Dissesto idrogeologico: oltre 13 milioni di euro per Messina e provincia

I finanziamenti che il Governo mette a disposizione per Messina e per la provincia serviranno a potenziare la prevenzione, a incentivare la manutenzione ed a semplificare le procedure di investimenti

“Più di 13 milioni di euro sono stati stanziati tra Messina e provincia per contrastare il dissesto idrogeologico ed aprire cantieri per interventi di messa in sicurezza dei territori”.

Lo annunciano i Portavoce messinesi del Movimento 5 Stelle Francesco D’Uva, Alessio Villarosa, Barbara Floridia, Grazia D’Angelo e Antonella Papiro nell’annunciare l’arrivo dei primi fondi del “Piano Nazionale per la Mitigazione del Rischio Idrogeologico, il Ripristino e la Tutela della Risorsa Ambientale”.

“Il Proteggi Italia – sottolinea D’Uva – è il più grande piano mai realizzato contro il dissesto idrogeologico e il maltempo. I soldi che il Governo mette a disposizione per il territorio di Messina e per la provincia servono a rispondere alle emergenze, a potenziare la prevenzione, a incentivare la manutenzione ed a semplificare le procedure di investimenti”.

Nello specifico, la prima tranche di fondi per la provincia di Messina interessa sette Comuni: Messina (850mila euro), Castroreale (1 milione e 300mila euro), Librizzi (150mila euro), Naso (625mila euro), Roccalumera (3 milioni e 750mila euro), San Fratello (4 milioni e 100mila euro), Santa Lucia del Mela (2 milioni e 770mila euro).

“Il Proteggi Italia – chiosano i pentastellati – è una vera e propria terapia del territorio: diamo respiro all’Italia, apriamo cantieri per far fronte alle emergenze e salvaguardiamo i veri interessi del nostro Paese”.

 


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE