fbpx

Allerta Meteo, il Ciclone Mediterraneo alza un forte scirocco: sarà una domenica di burrasca e forti piogge nello Stretto di Messina

Allerta meteo 17 novembre

Allerta Meteo, il Ciclone Mediterraneo sta risalendo l’Italia con uno scirocco impetuoso: scenario molto pesante per domani, Domenica 17 Novembre

Come ampiamente previsto, imperversa il maltempo sull’Italia in questo weekend di metà Novembre a causa di un Ciclone Mediterraneo che nelle prossime ore risalirà il mar Tirreno alimentando fenomeni ancor più estremi. Intanto forti piogge hanno colpito nelle ultime ore il Centro/Sud, tra basso Lazio, alta Campania e zone interne del Molise dove sono caduti nelle ultime ore ben 83mm di pioggia a Caserta, 81mm a Pietramelara, 77mm a Capua, 68mm a Pignataro Maggiore, 66mm a San Pietro Avellana, 63mm a Caiazzo, 58mm a Faicchio, 56mm ad Alife e Castel San Vincenzo, 47mm ad Agnone, 44mm a Sepino, 43mm a Ischia, 42mm a Isernia, 40mm a Teano, 39mm a Napoli, 35mm a Puccianiello, 34mm a Cervaro, 28mm a Campobasso. Piove anche in Sardegna dove fa anche freddo come se fossimo in pieno inverno: a Cagliari sono caduti 10mm di pioggia e abbiamo appena +10°C in pieno giorno. Nevica a quote medie sui rilievi dell’isola.

Clima completamente differente al Sud, con temperature quasi estive in Sicilia, Calabria, Campania e Puglia: +25°C a Palermo, +24°C a Tropea e Battipaglia, +23°C a Catania, Reggio Calabria, Boscoreale, Boscotrecase, Controne, Capaccio, Paestum, Ascea Marina, Agropoli, Pompei, Noto e Augusta, +22°C a Salerno, Messina, Siracusa, Trapani, Agrigento, Positano, Pagani, Pontecagnano, Nocera Inferiore, Altavilla Silentina, Torre ORsaia, Oliveto Citra, Mercato San Severino, Torre del Greco, Acerra e Nola, +21°C a Napoli, Bari, Taranto, Lecce, Cosenza, Benevento, Crotone, Brindisi, Modica, Sorrento, Atripalda, Baronissi, Maddaloni, Vieste e Monopoli.

Il vento di scirocco soffia in modo impetuoso soprattutto in Sicilia, con raffiche intense: 122km/h a Novara di Sicilia, 85km/h a Pantelleria e Salemi, 94km/h a Tripi, 79km/h a Torre Faro, 74km/h a Falcone, 71km/h a Brolo e Monreale, 69km/h a Trapani. Proprio lo scirocco sarà responsabile di tutti i fenomeni estremi delle prossime 24 ore in Italia. Vediamoli nel dettaglio.

Allerta Meteo: FOCUS su mari e venti

Proprio il forte vento di scirocco sarà uno degli elementi più pericolosi del maltempo delle prossime ore sull’Italia: già oggi in serata diventerà burrascoso in tutto il basso Tirreno, con raffiche di oltre 120130km/h su tutta la Sicilia tirrenica, in rinforzo nella notte sul basso Tirreno fino a Campania e Lazio. Le isole minori del Tirreno (Ustica, Eolie, Capri, Ischia, Ponza, Ventotene) saranno flagellate da mareggiate molto violente. Anche le coste di Lazio e Campania subiranno gli effetti delle mareggiate, che proseguiranno domani mattina. Il vento si calmerà un po’ in tutt’Italia nel corso della giornata di domani, pur rimanendo sostenuto e determinando un altro importante episodio di acqua alta a Venezia alle 12.30 (attesi 160cm!).

Allerta Meteo: FOCUS sulle temperature

Intorno al Ciclone in risalita sul mar Tirreno, le masse d’aria ruoteranno in modo tale da invertire il naturale andamento termico giorno-notte. Infatti la colonnina di mercurio, su gran parte d’Italia, si impennerà verso l’alto durante la prossima notte, per poi scendere verso il basso domani in pieno giorno. Così, in modo del tutto anomalo, per la giornata di Domenica 17 Novembre avremo temperature massime registrate più o meno all’alba, e temperature minime nel pomeriggio. La prossima notte sarà infatti tropicale, con temperature particolarmente elevate al punto che tra Calabria e Puglia molte località non scenderanno neanche sotto i +20°C, ma anche sulle coste di Veneto e Friuli Venezia Giulia avremo temperature notturne superiori ai +15°C. Poi il calo termico di domani non sarà comunque eccezionale: rimarremo al di sopra della media del periodo.

Allerta Meteo: FOCUS su piogge e nevicate

Ma oltre al vento, alle mareggiate e alle anomalie delle temperature, a preoccupare di più sono ancora una volta le precipitazioni. Intense, estreme e diffuse su gran parte d’Italia. Stasera avremo forti temporali nel Tirreno: colpiranno in modo pesante la Toscana (con nubifragi in Maremma), l’alto Lazio e l’Umbria. Sull’Appennino Tosco/Emiliano cadrà la prima neve della stagione a quote medie. Lo scenario più preoccupante, però, è quello per domani, Domenica 17 Novembre. Nella notte violenti temporali colpiranno ancora Toscana, Umbria e Lazio, con un forte nubifragio su Roma. Il maltempo si estenderà anche al Sud con piogge torrenziali da “stau” nei rilievi della Sicilia orientale (specie Peloritani) e della Calabria meridionale (Aspromonte e Serre), con punte di 100mm. Ma la situazione più seria è ancora una volta quella del Nord/Est: Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia subiranno l’impeto di oltre 200mm di pioggia in poche ore. Un quantitativo analogo a quello caduto ieri. Nevicherà in modo eccezionale (oltre 2 metri di neve oltre i 1.500 metri di altitudine) in Alto Adige e sulle Dolomiti, al confine con l’Austria.

Intanto su MeteoWeb stiamo seguendo tutto il maltempo in diretta con uno speciale di Nowcasting: per monitorare la situazione, ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: