fbpx

A Messina torna “Alberi per il Futuro”: nuovi arbusti sul lungomare del Ringo

Alberi per il Futuro messina

A Messina una giornata di festa e per mettere a dimora nuovi alberi nelle aiuole del Lungomare del Ringo

Per il quinto anno consecutivo torna, in tutta Italia, l’iniziativa ‘Alberi per il Futuro’. Domenica 17 novembre, alle ore 10:30, gli attivisti del MeetUp Grilli dello Stretto, insieme ai cittadini e ai Portavoce messinesi nazionali, regionali e locali del Movimento 5 Stelle, si incontreranno per una giornata di festa e per mettere a dimora diversi alberi nelle aiuole del Lungomare del Ringo (proprio dinanzi la Chiesa) del Comune di Messina.

“L’iniziativa, giunta ormai alla quinta edizione, rappresenta un’azione concreta ed efficace per la salvaguardia dell’ambiente e la cura del nostro territorio”, dichiarano in una nota i pentastellati. “Si tratta di un’attività che svolgiamo senza bandiere né simboli politici, nell’assoluta convinzione che l’ambiente è di tutti. Il nostro auspicio è che, a questo evento che ha solo il colore della salvaguardia della natura, vi prendano parte tanti cittadini e famiglie, indipendentemente dall’appartenenza politica”.

Sono oltre 100 i Comuni che in tutta Italia hanno aderito ad ‘Alberi per il futuro’ nel 2018 e, nel 2019, la soglia verrà ampiamente superata.

“Dal 2015 ad oggi – continuano i Portavoce messinesi – sono stati messi a dimora 40.000 tra alberi e arbusti in 200 città italiane, ma ogni anno l’obiettivo è fare di più e meglio: lo dobbiamo al nostro Pianeta e al nostro futuro”.

L’iniziativa ‘Alberi per il futuro’ avrà luogo domenica 17 novembre, a partire dalle ore 10:30, sul Lungomare del Ringo di Messina, proprio dinanzi la Chiesa.

“Mettere a dimora alberi e arbusti in aree urbane creando future fasce boscate è una delle opere di mitigazione ambientale necessarie per combattere i cambiamenti climatici. Ogni albero, una volta diventato adulto produce ossigeno per quasi tre esseri umani. Gli alberi modificano positivamente l’ambiente in cui viviamo moderando il clima, migliorando la qualità dell’aria, riducendo il deflusso delle acque piovane e ospitando la fauna selvatica”, concludono i pentastellati.