fbpx

Al parco Fico di Bologna la quarta edizione di Scienza aperta

Bologna, 29 nov. – (Adnkronos) – Pesticidi, Ogm, chimica in agricoltura, biologico. Nel campo agroalimentare sono parole con cui veniamo a contatto ogni giorno, ma non sempre siamo adeguatamente informati sui significati e su quello che dicono, per esempio, le etichette. Syngenta, azienda leader nel settore agricolo a livello mondiale, ha organizzato al Parco Alimentare di Bologna, Fico, un incontro per la quarta edizione di Scienza Aperta, un evento annuale in cui produttori, consumatori, ricercatori scientifici si incontrano per discutere sul delicato tema dell’agroalimentare e della sua comunicazione.
Dopo la comunità scientifica, le Istituzioni e quello della stampa, i protagonisti di questa edizione sono stati i consumatori, ed in particolare ragazzi delle scuole superiori che hanno partecipato prima ad un workshop in cui sono entrati in contatto con alcune sostanze chimiche utilizzate in agricoltura e poi hanno partecipato al quizzone, un test interattivo che con domande a risposta multipla metteva alla prova la conoscenza di ragazzi e frequentatori di Fico sui temi alimentari.
Le risposte, spesso sbagliate dalla maggioranza dei partecipanti, sono state poi discusse sul palco con esperti del calibro di Luigi Cattivelli, Direttore del Centro di ricerca genomica e biofarmica Crea, Etttore Capri Professore all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, Deborah Piovan Portavoce Cibo per la Mente e imprenditrice agricola, Lucilla Titta Biologa Nutrizionista, Alessandro Sessa Direttore Responsabile Altroconsumo.
Alcune domande hanno spaziato dalle etichettatura alla salute, da alcune dicerie o false verità, a vere e proprie sorprese. Tre divulgatori con tanto di camice, hanno nel frattempo attraversato Fico in bicicletta in lungo e in largo per scoprire quanto ne sanno i visitatori su alcuni temi legati al cibo e all’agricoltura.