fbpx

**Unicredit: Frizzi (Libraesva), ‘ora aspettiamoci attacco phishing a clienti’**

Roma, 29 ott. (Adnkronos) – “E’ lecito attendersi adesso, come naturale conseguenza del data leak, un attacco che sfrutta proprio i dati personali sottratti, perpetrato a mezzo email tramite specifiche campagne di email phishing volte a far sì che gli attaccanti possano completare il quadro dei dati personali raccolti con il primo data breach, rivendendoli nel dark web per altri fini poco onorevoli”. E’ la previsione che Aldo Frizzi, ceo di Libraesva, fa all’Adnkronos commentando la violazione subita da Unicredit che ha visto il furto di circa 3 milioni di informazioni dei clienti. “Un attacco in cui viene violata la sicurezza di un database contenente dati sensibili, come informazioni personali quali nomi, numeri di telefono ed email, è – dice ancora Frizzi – il presupposto su cui gli attaccanti possono innescare ulteriori strategie minatorie a discapito degli utenti e, di rimando, dello stesso Istituto bancario, attivando un circuito di minacce in grado di ripresentarsi o protrarsi nel tempo”.