fbpx

Regionali Umbria, disfatta Pd-M5S: difficile l’alleanza in Calabria, Oliverio gongola

In Umbria trionfa Salvini ed il M5S si arrende: “l’esperimento dell’alleanza con il Pd non ha funzionato”. A questo punto i Dem sono in un vicolo cieco e Oliverio gongola

La netta sconfitta dell’alleanza Pd-M5S in Umbria apre scenari nuovi anche in Calabria: a questo punto sembra difficile riproporre quel modello anche nella nostra regione. Lo stop arriva direttamente dai grillini, i quali, nella disperata notte umbra lanciano un chiaro messaggio: “il patto civico per l’Umbria lo abbiamo sempre considerato un laboratorio, ma l’esperimento non ha funzionato. Il Movimento nella sua storia non aveva mai provato una strada simile. E questa esperienza testimonia che potremo davvero rappresentare la terza via solo guardando oltre i due poli contrapposti”. Parole chiare, inequivocabili, che tracciano una via in solitaria per il M5S nelle imminenti elezioni regionali.

Regionali, Oliverio “tifava” per una sconfitta di Pd e M5S in Umbria

Come abbiamo scritto nei giorni precedenti, Oliverio sperava in una sconfitta dell’alleanza Pd-M5S in Umbria. Il trionfo della candidata di Salvini lancia il governatore uscente quale unico candidato in campo del Centro/Sinistra. Per il commissario Dem Graziano la via è in salita: senza l’alleanza con il M5S è difficile pensare una soluzione in solitaria. Oliverio, a questo punto, spera che il Pd si unisca alle 6-7 liste in fase di allestimento. che appoggeranno la sua ricandidatura.

Regionali Calabria, Oliverio potrebbe fissare al 15 dicembre la data delle elezioni 

In questo scenario favorevole, Oliverio potrebbe decidere di mandare alle urne la Calabria il 15 dicembre e non più a gennaio. Il governatore potrebbe approfittare, a questo punto, dell’incertezza nel campo del Centro/Destra, con la bocciatura della Lega di Mario Occhiuto, e della debolezza di Pd e M5S.

Regionali Calabria, il Pd: “si voti il 26 gennaio”

“Sapevamo che in Umbria ci attendeva una sfida difficile, una prova per il patto civico e per replicare sul territorio l’alleanza di governo. Il risultato non è stato positivo ma il percorso di rinnovamento e di cambiamento avviato in Calabria resta l’unica opzione percorribile.  Non si torna indietro, anzi. Il lavoro va intensificato. Il risultato elettorale è stato condizionato dalle dinamiche locali, una reazione alla classe dirigente regionale “.   Lo dichiarano in una nota il commissario regionale del PD Calabria Stefano Graziano e Nicola Oddati componente della segreteria nazionale . “Il primo punto fermo di questa nuova fase – aggiungono – deve essere la scelta della data in cui tenere le elezioni regionali. Chiediamo al governatore Oliverio di indire la consultazione per il prossimo 26 gennaio”.

Regionali Umbria, i risultati. Trionfo storico per la candidata di Salvini, sconfitta nettamente la coalizione Pd-M5S