Reggio Calabria, polemiche per il Circo in città: “animali maltrattati, il nostro Comune resta sordo ai cambiamenti della società”

Reggio Calabria: “il Circo è sinonimo di crudeltà, di atti contro natura, di prevaricazione dell’uomo sulla natura e sulle creature che la popolano”

“Dal 4 al 13 di ottobre, presso l’area denominata “Tempietto”, sarà ospite pagante il circo Orfei. Il Comune di Reggio Calabria, ancora una volta, rimane sordo ai cambiamenti della società civile”. Lo afferma in una nota Reggio Bene Comune.

“Così, mentre nel resto del Paese le Amministrazioni si oppongono alla presenza di tale barbarie, Reggio conferma il suo più totale disinteresse verso le tematiche animaliste. Il Circo è sinonimo di crudeltà, di atti contro natura, di prevaricazione dell’uomo sulla natura e sulle creature che la popolano. La concessione del suolo pubblico che viene fatta nei confronti del circo è palesemente contro ogni buon senso dettato dalla sensibilità umana.  Ed è per questo, che come Reggio Bene Comune, abbiamo deciso di chiedere a gran voce che mai più venga avallato dal Comune uno “spettacolo” così di cattivo gusto, che denota soltanto una profonda mancanza di sensibilità nei confronti degli animali. Chiediamo pertanto che venga prodotto un pubblico provvedimento, come in molte altre città o regioni addirittura, che vieti la concessione di spazi pubblici a spettacoli circensi che coinvolgono animali, che siano essi a titolo gratuito o sotto forma di locazione temporanea”. 


Valuta questo articolo

Rating: 2.3/5. From 3 votes.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE