fbpx

Reggina da sballo, retroscena impressionanti: è la squadra amaranto più forte di sempre? Tutte le FOTO del trionfo di Monopoli [GALLERY]

  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
  • Foto di Donato Fasano / Lapresse
    Foto di Donato Fasano / Lapresse
/

Reggina, la squadra fa sognare un’intera città: il successo di Monopoli da’ ulteriore entusiasmo ad una piazza che adesso crede davvero alla promozione in serie B

Questa Reggina è impressionante: con la vittoria conquistata oggi con le unghie e con i denti sul campo del Monopoli (1-2 il risultato finale), la squadra di Mimmo Toscano da’ ulteriore entusiasmo ad una piazza già fuori di se’ per una stagione da vertigini dopo anni deprimenti.

Ma in base ai numeri di queste prime 10 giornate, possiamo ipotizzare che questa sia la Reggina più forte di sempre. Ovviamente non in termini assoluti: quando la squadra ha militato in serie A, ha annoverato tra le sue fila grandi talenti e straordinari campioni. La maglia amaranto indossata dai campioni del mondo Pirlo e Perrotta, da altri straordinari talenti come Nakamura, Amoruso, Di Michele, Bonazzoli, dai nazionali Mesto, Acerbi e Di Lorenzo, è e rimane un nitido ricordo di un florido e recente passato. Ma il presente è tornato a sorridere e una Reggina così forte, autorevole e solida non solo non si ricorda a memoria d’uomo, ma anche dati alla mano.

Soltanto una volta, nella ultra centenario storia amaranto, la Reggina era rimasta imbattuta in campionato più a lungo: era la stagione 1983/1984 e la squadra era rimasta imbattuta nelle prime 13 giornate (10 vittorie e 3 pareggi) prima di perdere 2-1 sul campo del Licata. Ma era serie C2. Mai, tra serie A, serie B e serie C (o C1) la Reggina ha fatto meglio di quest’anno con 10 partite consecutive senza sconfitte (6 vittorie e 4 pareggi). Ma c’è di più. Ad oggi, non c’è nessun’altra squadra di serie C ancora imbattuta dopo 10 giornate. In tutto il calcio italiano, tra i professionisti, soltanto Juventus in serie A e Benevento in serie B sono ancora senza sconfitte, ma entrambe hanno giocato 8 partite, due in meno della Reggina.

Gli amaranto, inoltre, hanno già messo alle spalle la parte più difficile della stagione: gli scontri diretti con le altre big del girone sono già stati superati a pieni voti (Catania e Catanzaro battuti al Granillo, Bari e Ternana fermate in trasferta), e il calendario sorride con scontri più agevoli nei prossimi due mesi.

Adesso c’è il turno infrasettimanale, Mercoledì sera alle 20:45 al Granillo arriva il Picerno in un’altra giornata che potrebbe sorridere alla Reggina che punta alla sesta vittoria su sei al Granillo sperando di approfittare di un altro scontro diretto, Bari-Catanzaro, che inevitabilmente andrà a togliere punti ad altre dirette concorrenti per la promozione.

Poi ci saranno le due trasferte consecutive: domenica 27 Ottobre alle ore 15:00 Avellino-Reggina (nella giornata di Catania-Bari e Monopoli-Potenza, altre sfide da brividi ad alta quota), poi domenica 3 Novembre alle ore 17:30 la trasferta sul campo della rivelazione Potenza, oggi capolista solitaria con un punto in più di Reggina e Ternana e una difesa di ferro (con 2 soli gol subiti in 10 partite, i lucani sono i migliori in assoluto in Italia).

Intanto la città si prepara ad accogliere Hachim Mastour, che domani sarà a Reggio: il club sta preparando una presentazione in grande stile per il giovane talento marocchino che ha firmato un triennale e su cui la società punta anche per il futuro.

Intanto dopo dieci giornate la Reggina è seconda in classifica a -1 dalla sorpresa Potenza, con gli stessi punti della Ternana, a +4 sul Bari, +6 sul Catanzaro e +7 sul Catania. Iniziano ad essere punti pesanti. In più c’è bomber Corazza capocannoniere del girone (8 gol realizzati in 10 gare) mai così bene in carriera; una retroguardia che con appena 6 reti subite è la seconda miglior difesa dopo quella del Potenza, e un attacco che con 18 gol realizzati è al top (soltanto Paganese e Vibonese hanno fatto un gol in più). Sono numeri impressionanti, per una squadra che oggi a Monopoli ha fatto impazzire i 281 tifosi al seguito e che ora spera di vedere il Granillo nuovamente stracolmo mercoledì sera nella partita contro il Picerno. Questi ragazzi lo meritano.