fbpx

Prescrizione: Caiazza, ‘sostenitori di questa sciagurata riforma mestano nel torbido’

Taormina (Messina), 18 ott. (Adnkronos) – “I sostenitori di quella sciagurata riforma mestano nel torbido: accorciamo i tempi del processo penale, dicono, anche perché gli effetti della nuova norma si avranno non prima di sei o sette anni, ed il problema non c’è più”. E’ la denuncia di Gian Domenico Caiazza, Presidente dell’Unione delle Camere penali italiane, che oggi ha aperto a Taormina (Messina) il congresso straordinario dal tema: “Imputato epr sempre”. “Ciò che pensiamo sulla riforma della prescrizione inserita alla bene e meglio nella Spazzacorrotti, è detto con chiarezza dalla titolazione stessa di questo nostro Congresso Straordinario, e dalla mobilitazione di tutte le Camere Penali italiane che abbiamo inteso promuovere con la settimana di astensione dalle udienze a partire da lunedì prossimo, 21 ottobre”, dice Caiazza nel suo intervento.
“Occorre fare di questa settimana l’occasione per informare la pubblica opinione sulle ragioni della nostra protesta, che ancora una volta si occupa dei diritti primari dei cittadini – aggiunge – Qui è in gioco, molto semplicemente, il diritto di ogni persona, sia essa imputata o persona offesa, a non rimanere in balia della giustizia penale a tempo indeterminato, secondo le capacità o l’arbitrio dello Stato -e per esso dell’Autorità Giudiziaria- di definire il processo penale che la riguardi”.