fbpx

Manovra: Cottarelli, ‘è di galleggiamento, ed evasione fiscale sottovalutata”

Padova, 25 ott. (Adnkronos) – “E’ una finanziaria di galleggiamento”. A dirlo Carlo Cottarelli, direttore dell’Osservatorio sui conti pubblici dell’Università del Sacro Cuore di Milano, intervenendo questa mattina durante il programma “Il Morning Show” a Radio Cafè. Sulla manovra al vaglio dell’Europa Carlo Cottarelli ha aggiunto: “Il deficit rimane invariato anzi sarebbe salito se non avessimo meno spesa per interessi, che scende e ci fa risparmiare un po’ di soldi, che vengono spesi un po’ di più. Dovremmo avere un surplus primario in peggioramento dello 0,2%”.
E, sulla lotta all’evasione, Carlo Cottarelli ha aggiunto: “L’evasione è un problema molto grave: secondo me è anche più alto delle stime ufficiali. Si dice che l’evasione valga 110 miliardi di euro, io sono convinto che sia superiore ai 130 miliardi di euro perchè le stime sull’evasione fiscale non tengono conto dell’evasione sui contributi degli autonomi; se evadi l’Irpef infatti evadi anche i contributi, di qui la mia stima. Il recupero dell’evasione è troppo graduale: se ne recupera un po’ quest’anno dalla fatturazione elettronica, se ne recupererà probabilmente dal tetto all’uso del contante, certo se diventassimo tutto d’un tratto normali e cioè se portassimo di colpo il livello dell’evasione fiscale in Italia al livello del resto d’Europa ci sarebbe uno sconquasso dell’economia”.