fbpx

Mafia: a Selima Giuliano il ‘Premio Francesca Serio’ (2)

(AdnKronos) – Selima Giuliano aveva sette anni quando Leoluca Bagarella, il 21 luglio del 1979, uccise il padre in un bar di Palermo. La figlia del capo della Mobile, dirigente alla Regione siciliana, da anni gira per le scuole per parlare della lotta alla mafia e della figura del padre. Giuliano diresse le indagini sulla mafia con metodi innovativi e determinazione, facendo parte di una cerchia di funzionari dello Stato che, a partire dalla fine degli anni settanta, incominciarono una dura lotta contro Cosa Nostra. ‘Sono molto onorata di ricevere questo riconoscimento dedicato a una madre coraggio come Francesca Serio”, dice Selima Giuliano.
Francesca Serio per anni è stata un’icona antimafia, che aveva accusato i mafiosi di Sciara come responsabili dell’omicidio del figlio e aveva partecipato ai processi. Raccolse il lascito politico del figlio, militando nel PSI. Con lo scorrere del tempo e con il mutare del quadro sociale e politico, per Francesca cominciarono gli anni dell’oblio e della solitudine. Morì il 16 luglio 1992 all’età di 89 anni. Adesso c’è un Premio a ricordare la sua figura.