fbpx

Celebrato dal Kiwanis di Bagnara il passaggio della campana tra i Presidenti Tiziana Praticò e Michele Miccoli

Bagnara: Tiziana Praticò ha dettagliatamente elencato i “services” svolti durante l’anno sociale sul territorio locale con prevalenza nei confronti della famiglie bisognose e dell’infanzia

Nella giornata del 26 ottobre si è svolta la cerimonia del passaggio della campana del Club di Bagnara Calabra tra i Presidenti Tiziana Praticò e l’Avv. Michele Miccoli e della giornata mondiale del Kiwanis- One day. Tiziana Praticò ha dettagliatamente elencato i “services” svolti durante l’anno sociale sul territorio locale con prevalenza nei confronti della famiglie bisognose e dell’infanzia. Il subentrante presidente Avv. Michele Miccoli dopo avere sottolineato le finalità perseguite dal Kiwanis che è un associazione costituita da volontari che si impegnano a cambiare un bambino, una comunità alla volta e quindi il mondo. Ha quindi elencato i programmi per il nuovo anno sociale, auspicando che l’opportunità per cui che ciascun kiwaniano debba dedicare il proprio tempo libero e le proprie energie al servizio dell’infanzia e delle persone svantaggiate, in quanto anche un piccolo gesto può cambiare la loro vita e quindi la società. Qualunque opera fatta in funzione dei bambini, realizza quindi gli obbiettivi del Kiwanis. In tal senso l’Avv. Michele Miccoli nel suo intervento ha detto “ che fare un’opera è men che niente se l’opera fatta non rifà la gente” . Con la donazione dei libri alle scuole, il Kiwanis di Bagnara ha lasciato così traccia della presenza del messaggio kiwaniano. Infatti, i bambini devono conoscere la gioia della lettura che certamente conferisce loro valori superiori rispetto ai condizionamenti televisivi ed informatici che incidono in tanti casi negativamente sull’educazione ed a la crescita dei bambini. Alla presenza del luogotenente della Divisione 12 Magna Grecia Basilio Valente, dei Presidenti Francesco Sicari del club di Vibo Valentia e del Presidente Parisio Camodeca, Pierluigi Schifino, con segretari e soci dei rispettivi club di Corigliano e Castrovillari, si è celebrata la giornata dell’ONE – DAY mediante donazione di libri alle scuole ed agli ospedali delle rispettive sedi.