fbpx

Industria: 2019 anno di stagnazione per manifattura italiana, +0,2%

Milano, 29 ott. (Adnkronos) – Il 2019 sarà un anno di pausa per la manifattura italiana. Il fatturato dell’industria manifatturiera resterà stabile sui livelli dello scorso anno, con un incremento dello 0,2% a prezzi costanti, zavorrato dallo scenario di incertezza globale e dal rallentamento della domanda interna, sia per i consumi che per gli investimenti. E’ la stima del rapporto Analisi dei settori industriali presentato da Intesa Sanpaolo e Prometeia. L’incertezza sui dazi e sulle tensioni commerciali internazionali continuerà a pesare sulle imprese anche il prossimo anno e bisognerà aspettare il 2021 per vedere una domanda mondiale più tonica, che si affiancherà al rafforzamento del mercato interno, atteso nel 2020.
Intanto nel 2019, spiega Gregorio De Felice, capo economista di Intesa Sanpaolo, ci aspetta “una sostanziale stagnazione. Per l’anno prossimo, invece, una crescita dell’1,1% e del 1,4% per il 2021”, con un incremento medio annuo dell’1,3% nel prossimo biennio. “Una ripresa contenuta basata sull’ipotesi che ci sia una ripresa degli investimenti e che le tensioni le tensioni a livello internazionale fra Stati Uniti e Cina si attenuino, senza escalation sui dazi”.