fbpx

Edilizia: Ance Veneto, rigenerazione non è un’opzione ma inderogabile necessità (2)

(Adnkronos) – ‘Il nostro settore per vincere la sfida del futuro deve fare squadra e tutta la filiera deve andare nella stessa direzione. Il contenimento del consumo del suolo è una priorità e per questo l’edilizia deve imparare a modellarsi e disegnarsi sulle esigenze dei tempi e del mercato. Ed oggi le nostre aziende devono saper mettere insieme demolizione e ricostruzione perché questo rappresenta il futuro. è questo il modello del futuro fondamentale anche per rilanciare i nostri piccoli centri. Certamente non possiamo farlo da soli. La politica non può più restare sorda e cieca alle istanze ed alle richieste del settore. Al nostro settore serve una politica in grado di approvare leggi chiare che non diano dubbi sulla loro interpretazione perché questo crea insicurezza e sfiducia negli investitori ed allontanano crescita e sviluppo”, spiega.
‘Non è possibile che le imprese edili del Veneto molto spesso non riescano a vincere i bandi della Pubblica Amministrazione. Bisogna mettere mano a questo meccanismo che per strane ragioni affida i lavori ad aziende lontane dei territori e questo avviene in un contesto in cui la maggior parte degli affidamenti è sotto i 350 mila euro ovvero alla portata delle nostre aziende, che nel 70% sono piccole medie imprese in grado di dare garanzie ed know how”, conclude.