fbpx

Criminalità: Ance Veneto, infiltrazioni mafiose fenomeno preoccupante

Venezia, 17 ott. (Adnkronos) – ‘L’allarme lanciato dal Procuratore distrettuale antimafia Bruno Cherchi è un richiamo che non dobbiamo sottovalutare e che ci impone come imprenditori e come Ance Veneto un’assunzione di responsabilità. Le infiltrazioni mafiose infatti costituiscono un fenomeno preoccupante che sta cercando di inquinare un sistema sano e virtuoso come quello veneto. Purtroppo l’edilizia non è immune, ma per Ance Veneto la legalità è un elemento cardine ed un costante punto di riferimento nell’attività quotidiana”. Così il presidente di Ance Veneto, Paolo Ghiotti, commenta le recenti di notizie sulle infiltrazioni mafiose in Veneto e l’allarme lanciato dal Procuratore Bruno Cherchi.
‘Come diceva Roosevelt l’unica cosa di cui avere paura è la paura. Per questo come associazione raccogliamo l’allarme del Procuratore Cherchi e faremo di tutto per far prevalere la legalità, che non solo è un principio fondante ma rappresenta un valore cardine. Purtroppo il settore dell’edilizia, come tanti altri, attira gli appetiti delle organizzazioni malavitose, ma da parte nostra l’attenzione è alta e promuoveremo la cultura delle legalità come stiamo già facendo”, sottolinea.
‘La crisi che ha investito l’edilizia ha fatto pensare alle organizzazioni criminali di poter aggredire il nostro settore che, però, al di là di alcuni casi isolati è composto da persone serie e per bene e che operano all’interno dell’alveo della legalità”, spiega. ‘Agli imprenditori che subiscono minacce o pressioni dico in modo chiaro che non sono soli, ma Ance Veneto è al loro fianco e farà il possibile per tutelarli e dare loro il supporto necessario dove possibile. Non posso che ringraziare il Procuratore, la magistratura e le forze dell’ordine per il lavoro svolto. Questi territori ed il nostro sistema imprenditoriale devono rimanere un presidio delle legalità”, conclude.