fbpx

Devastante alluvione in Sicilia, uomo muore travolto dal fango. Musumeci nei luoghi del disastro: sarà deliberato lo stato di calamità

Alluvione Sicilia

Maltempo in Sicilia, Musumeci visiterà le zone colpite dall’alluvione

Nelle zone  del Siracusano e del Ragusano, colpiti dal nubifragio di queste ore, è atteso l’arrivo del presidente della Regione siciliana. Musumeci si recherà nei luoghi del disastro insieme a Calogero Foti. Il  bilancio di questa violenta ondata di maltempo è drammatico e c’è anche una vittima: si tratta dell’agente penitenziario Giuseppe Cappello, che era stato segnalato come disperso nella notte sulla statale 115 (nel Siracusano). Il cadavere è stato ritrovato questa mattina dai vigili del fuoco. L’agente è stato travolto da un fiume di fango in contrada Stafenna a Noto. Stamattina il governatore ha sentito il sindaci di Rosolini e Ispica, con i quali, nel pomeriggio, farà il punto della situazione. “Al di là dei danni materiali, che appaiono essere notevoli – afferma il presidente Musumeciprovo profonda tristezza per la morte del povero agente della polizia penitenziaria Giuseppe Cappello. Ai familiari, così duramente colpiti, voglio far arrivare la vicinanza di tutta la comunità siciliana. Il governo della Regione si adopererà, fin da subito, per il ripristino delle infrastrutture e l’avvio delle procedure per la deliberazione dello stato di calamità” .