fbpx

Agrialimentare: Coldiretti Veneto, nuovo codice reati per punire la fabbrica dei tarocchi (2)

(Adnkronos) – Alberto Zannol della Direzione agroalimentare ha introdotto il quadro regionale e il lavoro svolto per difendere i marchi veneti sottolineando la collaborazione con l’Osservatorio nazionale sulla criminalità agroalimentare per promuovere nuove forme legislative per la tutela del patrimonio enogastronomico locale. Su questo e’ intervenuto l’avvocato Andrea Scuttari elencando gli strumenti da mettere in campo per prevenire e correggere in tempo gli episodi malavitosi non ultimi i caso di caporalato.
Costante il presidio dell’ex Procuratore GianCarlo Caselli per una riforma del codice dei reati che preveda forme non solo sanzionatorie soprattutto pene per chi attenta alla salute pubblica e all’ambiente. Il seminario e’ stato poi ‘arricchito’ dall’elenco di frodi sventate dal Consorzio di tutela del Grana Padano e del Prosciutto Veneto Berico Euganeo.