La musica come terapia: a Taormina il XXVI seminario nazionale dell’AMMI

A Taormina il XXVI seminario nazionale dell’Ammi, una due giorni sulla musicoterapia e le sue innumerevoli potenzialità

La musicoterapia con le sue innumerevoli potenzialità terapeutiche su numerose patologie sarà il tema centrale del XXVI seminario nazionale dell’AMMI che si svolgerà domani venerdì 27 e sabato 28 presso l’hotel Villa Deodoro di Taormina.

L’importante evento, a carattere nazionale, al quale parteciperanno delegazioni Ammi di ben 14 regioni italiane, vedrà relatori di fama nazionale tra cui il dott. Nicolò Schepis, psicologo, pedagogista che terrà una lectio magistralis sul tema “La coscienza e la musica”, la dott.ssa Marinella Ruggeri, Neurologa e Psicoterapeuta Rogersiana che relazionerà sul tema “Nuova classificazione dei disturbi cognitivi secondo il DSM Quinto. Efficacia nel trattamento mediante musicoterapia”, la dott.ssa Angelida Ullo, psicologa, psicoterapeuta PhD Scienze psicologiche “Centro Agape” Messina che terrà una relazione dal titolo “La musica nel gruppo di memoria: un intervento multidimensionale ed integrato paziente-caregiver”.
Numerose saranno le personalità presenti all’importante evento, tra queste figurano il prefetto di Messina, dott.ssa Maria Carmela Librizzi, il Colonnello medico Alfonso Zizza, direttore del dipartimento militare di medicina legale, il sindaco di Taormina Mario Bolognari, il dott. Giuseppe Antoci, ex presidente Parco dei Nebrodi, il dott. Giacomo Caudo, presidente Ordine dei Medici di Messina, la dott.ssa Elvira Oliviero Lippi, presidente nazionale AMMI e la prof.ssa Rosellina Zamblera Crisafulli, presidente AMMI sez. di Messina e il prof. Antonino Arcoraci, presidente Federspev Messina. Le due giornate saranno allietate dalla presenza dei “Fikissimi”, del cantastorie Gaetano Vecchio, del soprano Paola Miraglia accompagnata al pianoforte da Fabio Catalano e di Antonino Foti al pianoforte, tastiere e arrangiamenti.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE