fbpx

Scuola: “In Sicilia asilo negato a 120mila bambini”

Allarme di Fp Cgil: in Sicilia l’accesso agli asili è assicurato soltanto a 12.036 piccolini

120 mila bimbi in Sicilia non trovano posto né negli asili pubblici né in quelli privati. A lanciare l’allarme è la Fp Cgil che, sulla base dei dati Istat 2016-2017, calcola che i bambini siciliani dai zero ai tre anni che hanno diritto a frequentare una strutture di educazione siano in totale 131.454. Ma, sottolinea il sindacato, “l’accesso è assicurato soltanto a 12.036 piccolini“. “Le ragioni di questa grave ed imperdonabile carenza – afferma il segretario generale Fp Cgil Sicilia Gaetano Agliozzo – risiedono nella scarsa offerta pubblica, con gli asili nido gestiti dai Comuni che diminuiscono per mancanza di fondi, nei costi troppo alti dell’offerta privata e convenzionata e, fenomeno più recente, nella rinuncia da parte delle madri che, non avendo un lavoro, scelgono di accudire a casa il loro figlio”. Secondo il sindacato, tale situazione certifica in primo luogo il fallimento della politica delle esternalizzazioni e privatizzazioni, visto che affidarsi al mercato non ha portato ad un allargamento del diritto ma semmai ad un aggravio dei costi per il bilancio domestico. In secondo luogo è evidente che le famiglie vanno sostenute in modo concreto. E’ necessario poi invertire la rotta legata agli investimenti sul personale che opera nel settore, attraverso nuove assunzioni, percorsi di riqualificazione e rinnovo del contratto nazionale”.  La Fp Cgil rilancia dunque la campagna ‘#ChiedoAsilo’, affinchè l’asilo nido “sia un diritto e non più un servizio a domanda individuale. Chi ha responsabilità di governo è chiamato a fare scelte strategiche – conclude Agliozzo – per garantire i diritti fondamentali e per dare una prospettiva e una visione sociale nuova ai territori e alle comunità”.