fbpx

Rischio sismico a Reggio Calabria, Marra: “speriamo che Falcomatà non perda anche questa occasione e il Genio Civile si adegui al Decreto Salva Cantieri”

Rischio sismico a Reggio Calabria, la nota del Presidente del M.A.P.  Pietro Marra

“Reggio Calabria è il territorio a più alto alto rischio sismico di tutta la Nazione, con la più alta percentuale di abitazioni da adeguare e, purtroppo, anche con il tasso di disoccupazione più alto di tutta l’Italia che, di conseguenza, impedisce a migliaia di proprietari di casa di poterla rendere più sicura dal punto di vista dell’idoneità sismica”. Lo afferma in una nota il Presidente del M.A.P.  Pietro Marra.

“L’occasione è propizia e da non perdere. Sul BUR Calabria n. 99 del 10/09/2019 è stato pubblicato l’Avviso di manifestazione d’interesse, rivolto ai Comuni interessati (accelerazione al suolo ag ≥ 0,125g), al fine di predisporre i relativi bandi pubblici per la concessione dei contributi per la realizzazione degli interventi strutturali di miglioramento sismico e di demolizione e ricostruzione di edifici privati di cui all’art. 2 comma 1 lett. c) dell’Ordinanza di Protezione Civile n. 532/2018, redatto secondo i criteri e indirizzi approvati con DGR n. 393/2016 e n. 67/2019”.

“I Comuni interessati, entro 45 giorni dalla data di pubblicazione nel BURC del presente avviso (Scadenza 25/10/2019), devono provvedere (ai sensi dell’art. 14 commi 3 e 5 dell’Ordinanza) alla predisposizione e pubblicazione del relativo bando.
Sono ammissibili al contributo, nei limiti e alle condizioni specificate dall’Ordinanza, in base agli indirizzi forniti con DGR n. 393/2016, i seguenti interventi:
•interventi di miglioramento sismico – per i quali le vigenti norme tecniche prevedono una valutazione della sicurezza pre e post intervento;
•interventi di demolizione e ricostruzione.

Ai sensi di quanto previsto dall’art. 12 dell’Ordinanza 532/2018, il contributo per il singolo edificio e stabilito nelle seguenti misure massime:

  • miglioramento sismico: 150,00 euro per ogni metro quadrato di superficie lorda coperta complessiva di edificio soggetta ad interventi, con il limite di 30.000,00 euro moltiplicato per il numero delle unità abitative e 15.000,00 euro moltiplicato per il numero di altre unità immobiliari;
  • demolizione e ricostruzione: 200,00 euro per ogni metro quadrato di superficie lorda coperta complessiva di edificio soggetta ad interventi, con il limite massimo di 40.000 euro moltiplicato per il numero delle unità abitative e 20.000 euro moltiplicato per il numero di altre unità immobiliari”.

“I cittadini che intendono aderire all’iniziativa dovranno presentare al Comune la richiesta di contributo entro il termine perentorio di 60 giorni dalla pubblicazione del bando stesso, nell’Albo pretorio del Comune. Nella speranza che l’Ufficio del Genio Civile di Reggio Calabria venga messo al più presto nella possibilità di adottare le disposizioni del Decreto Sblocca Cantieri e il Sindaco Falcomatà non sciupi questa grande occasione per dare ai cittadini proprietari di casa, la possibilità di un notevole sostegno economico per l’adeguamento sismico della propria abitazione”.