fbpx

Reggio Calabria: frana sulla Sp21 Lazzaro-Motta San Giovanni, convocato un tavolo tecnico-istituzionale alla Città Metropolitana

/

Reggio Calabria: su richiesta del sindaco di Motta San Giovanni Giovanni Verduci, il consigliere metropolitano delegato alla viabilità Demetrio Marino ha convocato per mercoledì prossimo un tavolo tecnico-istituzionale per discutere sulla frana che da febbraio 2018 interessa la SP21

Su richiesta del sindaco Giovanni Verduci, il consigliere metropolitano delegato alla viabilità Demetrio Marino ha convocato per mercoledì prossimo un tavolo tecnico-istituzionale per discutere sulla frana che da febbraio 2018 interessa la SP21. Il primo cittadino, nei giorni scorsi, facendo seguito agli incontri e alle continue segnalazioni, aveva ribadito la necessità di intervenire con urgenza per scongiurare l’isolamento del centro abitato e ripristinare le condizioni di sicurezza della viabilità Lazzaro-Motta San Giovanni. “Nella nota inviata al sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà, al vicesindaco Riccardo Mauro e al consigliere metropolitano delegato Demetrio Marino – dichiara Giovanni Verduci – ho ricordato agli amministratori reggini che il tratto colpito dallo smottamento è l’unica via di accesso al centro abitato di Motta San Giovanni, l’unica strada percorribile dai mezzi di soccorso e da quanti, per lavoro, studio e assistenza medica, viaggiano quotidianamente”.

“In questi giorni – continua il sindaco – sono stato contatto dagli uffici della Prefettura e ho dovuto spiegare le difficoltà del nostro territorio e quali potrebbero essere le conseguenze se si dovesse aspettare ancora molto tempo prima di intervenire per ripristinare la carreggiata. Ho evidenziato che sono più di duemila i residenti nel centro abitato di Motta San Giovanni, dieci le corse giornaliere garantite dalle autolinee Tripodi nelle due tratte Motta S.G. – Reggio Calabria, Motta S.G.-Melito di Porto Salvo, per un totale di quasi trecento pendolari che utilizzano il mezzo pubblico e ai quali vanno aggiunti quanti si servono di autovetture private”. “Ho inoltre segnalato – aggiunge Verduci – che nel tratto di viabilità interessato dallo smottamento, con relativo cedimento della carreggiata e crollo del muro di sostegno, insistono importanti sottoservizi già destinatari di tempestivi interventi di messa in sicurezza ma che potrebbero essere seriamente compromessi se esposti per troppo tempo ad intemperie o ad ulteriori smottamenti. Così come ho posto l’accento sul divieto di transito ai mezzi pesanti che ha già recato un grave pregiudizio alle attività imprenditoriali esistenti, bloccando di fatto qualsiasi intervento o lavoro che necessiti di mezzi pesanti, con importanti ricadute occupazionali e quindi sociali”. “L’auspicio dell’Amministrazione comunale – conclude il sindaco Giovanni Verduci – è che la riunione di mercoledì prossimo possa essere risolutiva, possa indicare tempi certi, possa offrire garanzie a tutta la comunità mottese”.