fbpx

Reddito cittadinanza: in Lombardia parte la formazione per navigator residenti soprattutto in Calabria e Sicilia

Reddito cittadinanza: iniziata a Milano la formazione dei 329 navigator

E’ iniziata questa mattina a Milano la formazione dei 329 navigator che in Lombardia affiancheranno gli operatori dei centri per l’impiego nell’inserimento lavorativo dei beneficiari del reddito di cittadinanza. L’Anpal ne ha gia’ contrattualizzati 284, che svolgeranno la loro attivita’ distaccati nelle strutture regionali, mentre i rimanenti 46 saranno assunti entro la fine di ottobre. Il 47% (134) dei nuovi operatori sono residenti in un’altra Regione (per lo piu’ Sicilia, Calabria, Campania, Puglia, Lazio e Basilicata). Il 62% ha avuto esperienze nell’ambito del mercato del lavoro. La formazione si svolgera’ per due giorni, a Palazzo Lombardia, con la regia dell’Assessorato Istruzione, formazione e lavoro e la docenza dei dirigenti regionali e delle province. “Su 136 mila domande di reddito di cittadinanza pervenute in Lombardia, Anpal ha notificato ai Centri per l’impiego 23 mila persone da prendere in carico per i percorsi di inserimento lavorativo. Di questi, ne sono gia’ stati contattati 4 mila” ha spiegato l’assessore lombardo Melania Rizzoli. “Il reddito di cittadinanza se e’ declinato come un sussidio, non va bene. Se, al contrario, viene utilizzato come uno mezzo per trovare un posto di lavoro, allora ha una sua positivita‘” ha sottolineato il presidente della Regione Attilio Fontana. “Dipendera’ molto dal tipo di intervento che faranno i navigator: la formazione che stanno seguendo qui in Regione serve proprio a fare in modo che si impegnino a farlo diventare un ulteriore mezzo, oltre alle politiche attive che gia’ proponiamo, che aiuti i cittadini senza lavoro a trovare occupazione. Nella nostra Regione la disoccupazione si sta riducendo, continuiamo a lavorare affinche’ cali ulteriormente“, ha concluso.