fbpx

Messina, Paolo Chillé lunedì a Roma: sempre più vicino l’intervento in California

Scongiurato  il rischio per Paolo Chillè di non potersi recare in California: il giovane di Messina, affetto da un raro tumore, lunedì sarà ricevuto a Roma

Sembra giunta ad una risoluzione l’annosa questione del rilascio del visto necessario per recarsi negli Stati Uniti,  per il giovane messinese Paolo Chillè, affetto da sarcoma fibromixoide e dichiarato inoperabile in Italia. Paolo in procinto di partire per il Sarcoma Oncology Center research della California ove lo aspettano per il prossimo 3 ottobre ha rischiato di vedere va infilato il suo sogno è la sua speranza di Vivere. Una partenza quella per il centro oncologia della California, che senza la determinazione dell’avv. Silvana Paratore che ha a cuore la situazione di Paolo non si sarebbe potuta realizzare. Intensa e quotidiana l’attività della Paratore che a tal uopo, accertate le difficoltà per il rilascio del visto necessario per l’ingresso nei States e tutta una serie di lungaggini burocratiche richieste alla famiglia Chillè, si è confrontata con l’ufficio di Gabinetto della locale Prefettura che è stata collaborativa nella ricerca dei contatti utili per la risoluzione della questione che avrebbe potuto gravemente pregiudicare le aspettative di vita e la speranza del giovane Paolo Chillè e della sua famiglia. Acquisiti i contatti per ulteriormente accelerare i tempi per il disbrigo della pratica del visto, l’avv. Silvana Paratore si è altresi’ rivolta al Ministero degli Esteri inviando istanze ed ottenendo, grazie alla proficua sinergia con l’ufficio di Gabinetto del Ministro Di Maio, l’immediato incontro il prossimo lunedì, del giovane con l’Ambasciata americana in Roma (ambasciata che ha anche telefonato e parlato direttamente  col giovane per rassicurarlo sul buon esito della procedura autorizzativa) per il rilevamento delle impronte digitali ed il rilascio di quanto necessario ed indispensabile per l’ingresso negli States e l’accesso alle cure. Un sentito ringraziamento è stato rivolto dalla famiglia all’avv. Silvana Paratore che ancora una volta conferma le sue doti di donna sensibile ed attenta ai problemi dei meno fortunati, dedita alla solidarietà sociale  fatta di gesti concreti e di comportamenti concludenti.