fbpx

Dieci anni fa la devastante alluvione di Giampilieri: a Messina tre giornate per non dimenticare

Messina ricorda la tragica alluvione di Giampilieri: ecco il calendario degli eventi in programma

Il vicesindaco Salvatore Mondello e gli assessori alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli e alle Attività Produttive e Promozionali Dafne Musolino hanno illustrato stamani a Palazzo Zanca le iniziative promosse dall’Amministrazione comunale in occasione del decimo anniversario dell’alluvione di Giampilieri. All’incontro hanno preso parte il presidente del Consiglio comunale Claudio Cardile; il consigliere Biagio Bonfiglio, presidente della Commissione Urbanistica; l’esperto comunale per le attività di Protezione Civile Antonio Rizzo; per il dipartimento regionale di Protezione Civile Bruno Manfrè; per l’Università degli Studi di Messina Filippo Grasso; il direttore artistico Milena Freni; i presidenti Fulvio Manganaro del comitato “Salviamo Giampilieri” e Donatella Manganaro dell’associazione “Giampilieri 2.0”; il maestro Giovanni Mundo dell’istituto comprensivo Santa Margherita e Patrizia Russo dell’ufficio di Gabinetto del Comune.

Pensiamo al passato e viviamo il presente al fine di prevenire il futuro – hanno dichiarato i tre componenti della Giunta De Luca – attraverso la programmazione del Piano Regolatore Generale. Le linee tracciate fino ad oggi sono corrette, c’è un gruppo di lavoro che affronta le esigenze presenti sul territorio e abbiamo avviato un dialogo costruttivo con la popolazione. Oggi è il momento della riflessione, ma è fondamentale affrontare i temi per fare ripartire Giampilieri attraverso lo sviluppo, la pianificazione e la programmazione. Tali iniziative sono importanti per il rilancio di queste zone gravemente colpite dieci anni fa”. Il presidente Cardile ha aggiunto: “Il Consiglio comunale dedicherà martedì prossimo una seduta straordinaria a Giampilieri. I nostri villaggi hanno un rischio idrogeologico elevato ed è indispensabile mantenere alta l’attenzione e intervenire attraverso l’impiego di risorse economiche”.

Il calendario degli eventi, che prenderanno il via domenica 29 e si concluderanno martedì 1 ottobre, prevede domenica 29, alle ore 21, al Teatro Vittorio Emanuele, spettacolo di danza, musica e narrazione a cura del Centro Formazione Danza con la partecipazione di Ata Virzì al pianoforte, Cettina Di Benedetto al violino e Cettina Sciacca voce narrante, con musiche originali di Antonino Pirrone. Al termine dello spettacolo saranno consegnate targhe di ringraziamento agli enti ed alle autorità.

Lunedì 30, alle 16, alla scuola “Simone Neri” di Giampilieri, convegno sul “Territorio e dissesto idrogeologico” che, dopo i saluti alle autorità, proseguirà con gli interventi del geologo Biagio Privitera su “Variazioni climatiche ed effetti geologici sul territorio”; di Bruno Manfrè del dipartimento regionale Protezione Civile Sicilia; dell’esperto comunale Antonio Rizzo; di Filippo Grasso dell’Università degli Studi di Messina sulle “Politiche idonee per una ripresa del territorio”; di Jenny Gioffrè su “Psicologia delle emergenze”; e a conclusione attività culturali coordinate dalla scuola.

Martedì 1 ottobre, dalle 10 alle 12, alla presenza delle massime autorità civili e militari, saranno realizzate attività dagli studenti lungo il canalone e piazza Pozzo nell’ambito del progetto “Edu-Pilieri” coordinato dalla scuola Simone Neri; alle 17, a piazza Pozzo, cerimonia di commemorazione con interventi delle autorità; alle 18, al Monumento, ricordo delle vittime ed interventi programmati che si concluderanno con l’accensione di fiaccole per una camminata sino alla Chiesa Madre; alle 18.30, alla Chiesa Madre, la celebrazione eucaristica presieduta da S.E. mons. Giovanni Accolla con esecuzione musicale.