26 anni fa la mafia ammazzava Don Pino Puglisi. In centinaia alla fiaccolata a Palermo

  • LaPresse Torino/Archivio Storico
    LaPresse Torino/Archivio Storico
  • LaPresse/Francesco Baiamonte
    LaPresse/Francesco Baiamonte
/

Palermo ricorda il sacerdote ucciso dalla mafia, Orlando: “Il suo fu un impegno d’amore”

Ventisei anni fa la mafia uccideva Don Pino Puglisi, il prete proclamato beato nel 2013. A Palermo ieri sera è stata organizzata una fiaccolata che ha percorso le strada del quartiere Brancaccio, dove il sacerdote fu assassinato. Centinaia di cittadini hanno preso parte alla fiaccolata, alla quale hanno partecipato anche il Prefetto del capoluogo siciliano, le Forze dell’Ordine e il sindaco Orlando. “Don Pino ci ricorda che occorre condannare il male e avere cura anche dei malvagi, il suo sorriso ai malvagi che lo hanno ucciso era al tempo stesso condanna del male ma anche comprensione che cambiare è possibile. Credo che oggi il quartiere di Brancaccio col suo cambiamento dia la risposta migliore a chi pensa che non sia possibile cambiare e lo deve certamente al sacrificio e alla testimonianza di Don Pino Puglisi”– ha detto il sindaco. A 26 anni dalla morte di Don Puglisi resta ancora sconosciuta la causa del delitto. Oggi, alle 18 al Duomo l’arcivescovo di Palermo, si celebrerà una messa in memoria del sacerdote.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE