Troppi incidenti mortali, il Prefetto di Messina convoca un tavolo: “Intensificare i controlli, repressione rigorosa”

Foto di Alessio Villari

Il Prefetto di Messina chiede di mettere in campo ogni misura utile sia sul piano della prevenzione e dell’educazione stradale, sia sulla repressione rigorosa di comportamenti contrari al Codice della Strada. Massima attenzione anche sul problema tir in città

Si è svolta stamattina in Prefettura a Messina la riunione del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica indetta per fare il punto con le Istituzioni sulle problematiche della sicurezza stradale sulle vie cittadine, teatro ormai troppo spesso di numerosi incidenti mortali, che hanno coinvolto giovani vite. Alla riunione hanno partecipato il Questore, il vicesindaco, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Comandante della Capitaneria di Porto, i rappresentanti della Città Metropolitana, la Polizia Stradale, la Polizia Municipale, l’Autorità Portuale, il Cas, l’Ufficio Scolastico provinciale e la presidente dell’Associazione “Vittime della Strada”.

Iniziative nelle scuole e più controlli in strada

Il Prefetto ha sottolineato l’esigenza di mettere in campo ogni misura utile che si ponga sia sul piano della prevenzione e dell’educazione stradale, con interventi mirati che coinvolgano i cittadini e i giovani, che sul piano della repressione rigorosa dei comportamenti contrari alle regole del Codice della Strada, spesso violati e forieri di possibili incidenti e di gravi conseguenze. E a questo proposito il Prefetto ha chiesto al rappresentante dell’Ufficio Scolastico Provinciale di incrementare mirate iniziative nelle scuole volte alla diffusione dell’educazione stradale, anche attraverso progettualità rivolte ai giovani e ha chiesto di effettuare un monitoraggio sulle attività già svolte o in corso di elaborazione, i cui esiti saranno portati a conoscenza per ogni utile valutazione. La professoressa Giuseppina Cassaniti Mastrojeni, Presidente dell’Associazione Vittime della Strada, concorda con tale iniziativa sottolineando altresì l’importanza di sensibilizzare le Istituzioni, specie quelle scolastiche, al fine di avvalorare, con il loro operato, l’impegno a porre in essere attività sinergiche che possano evitare o ridurre al minino gli incidenti stradali. Per quanto riguarda la repressione, il Prefetto di Messina chiede alle autorità preposte massimo rigore nell’applicazione delle sanzioni al Codice della Strada, disponendo, altresì l’incremento dei controlli sul territorio ad opera delle Forze dell’Ordine, specie nelle zone più a rischio ed in prossimità degli edifici scolastici, con la pianificazione di specifici servizi straordinari che assicurino una massiccia presenza di operatori di polizia sul territorio.

Sopralluogo tecnico sulla via Consolare Pompea

Foto di Alessio Villari

Il Prefetto, preso atto anche delle iniziative di ripristino del manto stradale già programmate ed in parte in corso di esecuzione, considerata l’elevata criticità di via Consolare Pompea dove si sono verificati i più gravi recenti incidenti stradali, ha disposto il tempestivo svolgimento di un sopralluogo tecnico da parte della Polizia Stradale, Polizia Metropolitana e Polizia Municipale per verificare l’attuale stato dell’arteria stradale per individuare misure che possano effettivamente alleviare le criticità ancora esistenti e la pericolosità per i mezzi che la percorrono.

I Tir in città e l’ordinanza del 2013

Nella riunione di oggi si è anche discusso del problema dell’attraversamento dei mezzi pesanti e tir nelle vie cittadine, regolamentate da un’ordinanza sindacale (n°488 del 2013 e tuttora in vigore), che stabilisce determinate fasce orarie per la circolazione dei mezzi pesanti, destinati all’imbarco nel Porto di Tremestieri. Considerato che in atto risultano ormai modificate alcune condizioni su cui il provvedimento è stato fondato al momento della sua emissione, si ritiene necessario rivedere il sistema delle deroghe ammissibili alle disposizioni dell’ordinanza, per una migliore fruizione degli attracchi del molo di Tremestieri e per evitare congestioni del traffico cittadino.

Foto di Alessio Villari

Nell’ambito della prossima riunione del Comitato Portuale, prevista martedì 24 settembre, sarà inserita all’ordine del giorno anche questa problematica, per verificare le misure modificative e migliorative da attuare, finalizzate alle modifiche ed attualizzazione dell’ordinanza sindacale. Il Prefetto ha inoltre evidenziato la necessità che sia predisposta idonea cartellonistica informativa in autostrada, a partire dal casello autostradale di San Gregorio, per informare i conducenti dei tir sulla deviazione obbligatoria verso il molo di Tremestieri per l’attraversamento dello Stretto di Messina. Il Prefetto di Messina interesserà il Prefetto di Reggio Calabria sulla problematica per una valutazione congiunta per i suoi riflessi su entrambi i territori.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE