Femmicidio, ecco quante sono le vittime regione per regione: da inizio anno 59 donne morte ammazzate

Sale a 59 il numero delle vittime di femminicidio da inizio anno: l’ultima Elisa Pomarelli

Sale a 59, fino a oggi, il numero delle donne morte ammazzate. Lo rende noto l’associazione Sos Stalking. L’ultima vittima è Elisa Pomarelli, uccisa a Carpaneto Picentino lo scorso 25 agosto. Negli ultimi cinque anni il numero dei femminicidi è oscillato tra i 120 nel 2015 e gli 86 del 2018. Nel 2017 sono stati 93, 115 nel 2016 e 117 nel 2014.

Sos stalking: “Codice rosso inutile”

“La nostra societa’ – dice l’avvocato Lorenzo Puglisi, presidente e fondatore dell’associazione Sos Stalking- e’ piena di persone a rischio, ragione questa che impone il dovere di fornire alle donne piu’ strumenti per riconoscere le avvisaglie del pericolo per tempo, evitando di essere ingannate dal gigante buono di turno e impone alle istituzioni di dotarsi di strumenti efficaci. Vogliamo dire qualcosa sull’inutilita’ del codice rosso?“.

I dati regione per regione

Secondo i dati di Sos Stalking le regioni dove si sono verificati più femminicidi sono l’Emilia Romagna e la Lombardia, con rispettivamente 13 e 10 casi. Seguono Lazio (6), Sicilia (5), Veneto (4), Sardegna (4), Piemonte (3), Trentino Alto Adige (3), Toscana (2), Liguria (2), Campania (2), Calabria (2), Umbria (1), Puglia (1) e Marche (1).  


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE