fbpx

Di Lorenzo, partita da sogno allo Stadium: l’ex Reggina blocca Ronaldo e segna il gol del momentaneo 3-3 [FOTO]

  • Marco Alpozzi/LaPresse
    Marco Alpozzi/LaPresse
  • Massimo Paolone/LaPresse
    Massimo Paolone/LaPresse
  • Massimo Paolone/LaPresse
    Massimo Paolone/LaPresse
  • Massimo Paolone/LaPresse
    Massimo Paolone/LaPresse
  • Massimo Paolone/LaPresse
    Massimo Paolone/LaPresse
/

Straordinaria prestazione per l’ex Reggina Giovanni Di Lorenzo all’Allianz Stadium di Torino: il difensore del Napoli ha fermato Cristiano Ronaldo e siglato il gol del momentaneo 3-3

Giovanni Di Lorenzo è sempre più protagonista del grande calcio ad altissimi livelli: il terzino destro, 26 anni appena compiuti, ieri sera è stato il migliore in campo del Napoli nel big match contro la Juventus all’Allianz Stadium di Torino. Di Lorenzo, infatti, ha fermato Cristiano Ronaldo con straordinaria autorevolezza sulla fascia destra della squadra partenopea, e poi è riuscito a coronare una prestazione egregia con il gol del momentaneo 3-3, completando la clamorosa rimonta del Napoli che a metà ripresa si trovava sotto 3-0. Il pareggio napoletano è stato vanificato soltanto dallo sfortunato autogol di Koulibaly in pieno recupero, ad appena 30 secondi dal termine.

Di Lorenzo è un talento calcisticamente nato al Sant’Agata. Ha vissuto a Reggio Calabria dal 2009 al 2015: con la maglia della Reggina ha vinto il Torneo di Sanremo negli Allievi ed è stato per due anni Capitano della Primavera. Il 29 maggio 2011 ha esordito in serie B con la maglia amaranto nella partita contro il Sassuolo: aveva appena 17 anni. Complessivamente con la Reggina ha giocato 62 partite in prima squadra, dimostrando ottime doti da difensore destro. Dopo il fallimento della Reggina nel 2015, ha giocato per due stagioni nel Matera in serie C prima di andare all’Empoli in serie B, dove ha conquistato prima una straordinaria promozione in serie A e poi s’è messo in mostra nella massima serie lo scorso anno con 5 reti nel principale campionato nazionale. Quest’anno il grande salto al Napoli di Ancelotti, dove s’è subito ritagliato un ruolo da titolare e stasera proprio sul campo della Juventus il primo gol in una partita in cui ha dimostrato di avere anche una grande personalità.

Con Missiroli e Barillà è il terzo “figlio del Sant’Agata” che gioca in serie A. Ma presto potrebbe diventare il secondo (dopo Simone Perrotta) a vestire la maglia della Nazionale.