Catania, bimbo morto dimenticato in auto: in Parlamento c’è una legge per i dispositivi salva-bebè, ma è tutto fermo

Catania, bimbo morto in auto per soffocamento, Siracusano (FI): “Intollerabile, in Parlamento è stata votata una legge sul dispositivo d’allarme, ma manca regolamento attuativo. Mai più morti come questa”

Sconcerto e dolore per la morte del bimbo di due anni a Catania, dimenticato in auto dal padre per cinque ore in un parcheggio. Un dramma che ha scosso l’Italia da nord a sud, una tragedia già successa altre volte. Sulla terribile vicenda interviene la deputata di Messina Matilde Siracusano, che ricorda che in Parlamento è stata votata una legge sul dispositivo d’allarme salva-bebè, ma al momento manca il regolamento attuativo: la legge non è mai stata operativa.

“Adottiamo il dispositivo di allerta: mai più morti come questa”

Il dramma dell’amnesia dissociativa ha coinvolto un’altra vittima. Dimenticato sul seggiolino dell’auto, a Catania è morto per soffocamento un bimbo di due anni. Una tragedia senza fine, che purtroppo continua a ripetersi. In Parlamento abbiamo votato un anno fa l’obbligo di usare un dispositivo di allarme per i piccoli che rischiano di essere dimenticati in auto al caldo. L’iter però non si è ancora concluso a causa della mancanza del regolamento attuativo”- commenta la deputata di Forza Italia alla Camera. “Non è tollerabile – conclude la Parlamentare – che in un Paese civile succedano tali disgrazie, le cui dinamiche sono sempre le stesse. Adottiamo il dispositivo di allerta: mai più morti come questa”.

 


Valuta questo articolo

Rating: 1.0/5. From 1 vote.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE