Categoria: EDITORIALIMESSINANEWSSICILIA

Messina, cambiano i percorsi delle linee bus Atm: ecco tutte le novità

Messina, ecco il nuovo programma di esercizio invernale 2019/2020 di Atm

A distanza di quasi un anno dall’adozione del piano ed in concomitanza del rafforzamento dell’organico a disposizione, l’ATM, dopo aver condiviso con l’Amministrazione comunale e a seguito dei numerosi incontri con le delegazioni delle Circoscrizioni, alla presenza del vicesindaco Salvatore Mondello e del dipartimento Mobilità Urbana, ha attuato un adeguamento del piano allo scopo di migliorare il livello di servizio del TPL cittadino. In particolare, per la zona sud, la linea 2 Altolia/Briga/Zir di servizio ai due villaggi di Altolia e Briga, è stata allungata fino allo Zir per ripristinare il passaggio del mezzo pubblico nella vecchia Nazionale Galati Marina/Mili Marina, attualmente scoperta; la linea 3 BIS, Galati/S. Placido Calonerò sarà di supporto alla linea 3 (Pezzolo) sino all’Istituto Agrario Cuppari per soddisfare l’aumento dell’utenza, soprattutto scolastica. Per la zona centro, la linea 16 BIS Montepiselli e la 16 Gravitelli, ad integrazione della 16 BIS, sarà ripristinata la linea 16 (ex 42B) per consentire, nella stagione scolastica, il trasporto degli studenti che da Gravitelli e dalla via T. Cannizzaro vanno nei plessi scolastici del centro e per permettere a quelli universitari di raggiungere l’Aulario di via P. Castelli o l’ERSU. Inoltre, verrà consentito ai residenti della zona di Gravitelli di poter raggiungere le linee del Ttram e dello Shuttle per eventuali proseguimenti verso nord e sud; nella linea 17 Città Nuova/Cavallotti sarà ripristinato il percorso invernale con passaggio, sia in andata e sia al ritorno, dal liceo “Archimede” prolungando, nelle corse di ritorno, il percorso nella parte bassa del Torrente Trapani (Fontana mercato Muricello); la linea 21 Circonvallazione, con partenza dal Cavallotti, transiterà dall’incrocio di via T. Cannizzaro/viale P. Umberto, percorrendo tutta la Circonvallazione fino all’incrocio del viale Annunziata, angolo viale Regina Elena, per poi fare capolinea al terminal Annunziata (in coincidenza con Shuttle e tram). La frequenza è stata ulteriormente ridotta a 50 minuti. Per la zona nord, la linea 20 S. Licandro/Cavallotti, oltre a garantire il collegamento con San Licandro fino alla Stazione, verrà prolungata di due chilometri transitando dalla popolosa via Pietro Nenni raggiungendo gli utenti di quella zona, al momento scoperta; anche la linea 22 Basile/Conca D’Oro, che collega l’istituto Basile al Terminal Annunziata, sarà prolungata di due chilometri transitando da via Pietro Nenni; la linea 24 Cavallotti/Papardo/Sperone (via Panoramica), per intensificare i collegamenti con Sperone, Ospedale Papardo, Panoramica e parte della Circonvallazione ha prolungato il percorso fino alla Stazione Centrale, raddoppiando i mezzi utilizzati e riducendo la frequenza di circa un’ora, per garantire un collegamento stabile tra il centro città e l’Ospedale Papardo; la linea 32 Ponte Gallo/Torre Faro/Annunziata è stata rimodulata con un nuovo tragitto che si snoderà da Ponte Gallo fino al Terminal Annunziata, transitando anche all’interno del circuito di Torre Faro e dall’Ospedale Papardo, sopprimendo la linea 31; la linea 32 è stata poi potenziata con l’impiego di tre autobus garantendo una frequenza di circa 45 minuti rispetto agli attuali 75. In sintesi, la linea 32 espleterà più corse e i villaggi di Torre Faro e Ganzirri avranno un collegamento diretto con il Terminal Annunziata in coincidenza con le partenze del tram; in più sarà garantito il collegamento con l’Ospedale Papardo, con una frequenza di 45 minuti dall’Annunziata. La linea 1 Shuttle 100, in concomitanza con le variazioni apportate alla linea 32, subirà modifiche della direzione del percorso del Lago grande in direzione nord: in andata, da Ganzirri, procederà in direzione nord sulla Consolare Pompea fino alla rotonda di Granatari, con svolta a destra fino alla statua di Padre Pio e transiterà in via Circuito, direzione sud, per fare poi capolinea in prossimità del locale “La Lumachina”; al ritorno proseguirà sulla via Circuito, direzione sud, SP 46, a destra sulla via Grande Lago (rifornimento Esso), a sinistra via Consolare Pompea e percorso regolare. Per la linea ZIR/Policlinico Universitario è stata istituita una nuova linea di collegamento tra il terminal tram dello ZIR e il plesso ospedaliero del Policlinico Universitario “A. Martino” che si snoderà su due diversi percorsi: la linea rossa garantirà il collegamento tra i vari padiglioni ospedalieri, compreso l’ufficio ticket, e transiterà in prossimità del Pronto Soccorso Generale e di quello Pediatrico; la linea blu effettuerà i collegamenti con vari padiglioni, l’Aulario, il Palazzo Congressi sino al padiglione CLOPD, a monte del Policlinico. La linea avrà una frequenza di 30 minuti e il servizio sarà garantito dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 18, il sabato dalle 8 alle 15.

Con il nuovo piano di razionalizzazione del trasporto pubblico su gommato, entrato in vigore il 6 ottobre 2018, l’Azienda Trasporti Messina ha condiviso con il dipartimento Mobilità Urbana del Comune le modifiche apportate al vecchio piano utilizzato negli ultimi venti anni legato ad una impostazione a “raggi”, che dal centro andava alle periferie e viceversa, per passare ad una più efficiente impostazione a “pettine” che ha permesso, a parità di servizio, di migliorare le frequenze di molte linee e di garantire un aumento del volume dei passeggeri nonostante una contrazione del 30 per cento degli autisti a disposizione.