Messina, alloggi incompiuti a San Giovanello. La promessa di Musumeci: “Presto quel monumento al degrado sarà solo un ricordo. Subito progetto per recuperare almeno 30 case”

Gli edifici, costruiti negli anni Novanta, sono rimasti da allora un’incompiuta a causa di lungaggini burocratiche e contenziosi. Musumeci: “pronti a cancellare una ferita storica per Messina, un monumento di sperpero ed inefficienza che presto sarà solo un ricordo”

Abbiamo già chiesto all’Istituto autonomo case popolari di Messina di redigere a ritmi serrati un piano di completamento degli immobili incompiuti del Rione San Giovannello. Un intervento atteso da anni una città dove le politiche abitative pubbliche, a partire da risanamento e sbaraccamento, vivono già un’inversione di tendenza”. Lo afferma l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone riguardo il caso delle palazzine mai completate, di proprietà dell’Iacp peloritano, ubicate nel quartiere San Giovannello a Messina. Gli edifici, costruiti negli anni Novanta, sono rimasti da allora un’incompiuta a causa di lungaggini burocratiche e contenziosi.

“Dopo che il Governo regionale – ha aggiunto il presidente della Regione Nello Musumeciha sbloccato ben cento unità immobiliari attraverso il deciso e risolutivo intervento per il Risanamento di Messina, siamo adesso pronti per cancellare un ferita storica per Messina, un monumento di sperpero ed inefficienza che presto sarà solo un ricordo”.

“Attraverso il piano del Governo Musumeci – sottolinea Falcone – sarà possibile recuperare una trentina di alloggi che, per le fasce più deboli della popolazione, saranno un’importante boccata di ossigeno. Verranno invece buttate giù le parti delle palazzine che non sono recuperabili”.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE