fbpx

Aeroporto di Trapani, il presidente Ombra smentisce i sindacati: “Mai detto che ci sono fondi solo fino a ottobre”

Il presidente di Airgest Salvatore Ombra smentisce i sindacati sulla mancanza di fondi per la gestione dell’aeroporto di Trapani e incontra prefetto e comandante del 37° Stormo

“E’assolutamente falso che l’aeroporto di Trapani corra il rischio di chiudere a ottobre – dichiara il presidente di Airgest, società di gestione dell’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi – come diffuso, con infondato e superfluo allarmismo, dal sindacato dei Trasporti della Cisl, Fit Cisl Sicilia, per voce del segretario generale Dionisio Giordano e del segretario regionale con delega al Trasporto aereo, Antonio dei Bardi”.

“Il problema attuale – spiega il Ombra – è connesso ai volumi di traffico che da ottobre caleranno ulteriormente, comportando una inevitabile riflessione sulla razionalizzazione della gestione operativa dello scalo. Tutto ciò non riguarda invece – precisa – la capacità della società di far fronte ai propri impegni finanziari di medio periodo i quali sono garantiti da una dotazione patrimoniale sufficiente”.

Continuano gli incontri istituzionali per Trapani Birgi

“Il nostro lavoro va avanti – incalza il presidente di Airgest – e l’obiettivo è costruire il futuro dell’aeroporto di Trapani, in comunione di intenti con il territorio e le istituzioni. Ed in tal senso – aggiunge – ho incontrato proprio questa mattina il prefetto di Trapani Tommaso Ricciardi, che si è dichiarato disponibile a coordinare un tavolo per aiutare l’aeroporto di Trapani Birgi, ed il comandante del 37° Stormo di stanza nella base dell’Aeronautica militare di Birgi, colonnello Mauro Gnutti, insieme al capo ufficio Operazioni, tenente colonnello Mario Abeille, con cui si è parlato di sviluppo e criticità dello scalo”.