fbpx

Reggio Calabria, 50 anni dal diploma e non avvertirli: la rimpatriata della 5ª A/Ch del Panella [FOTO]

/

Reggio Calabria: gli ex studenti della classe V°A/Ch del Panella si incontrano in una calda giornata di agosto

Nell’anno scolastico 1968-69 all’ITIS A. Panella di Reggio Calabria 33 ragazzi della classe V°A/Ch hanno conseguito il diploma di perito industriale specializzazione Chimica Industriale. Lo spirito di gruppo, il senso di appartenenza alla classe e la coesione fra i suoi membri sono stati sempre molto forti. Lo dimostrano i raduni annuali a cui da lungo tempo partecipano in gran numero gli ex allievi, accompagnati dalle consorti e con l’immancabile presenza di qualche insegnante. Sono stati 50 anni, e più, insieme di reciproco arricchimento fatto di stima, di confidenze, di relazioni umane, di episodi anche dolorosi e di affettuose attenzioni che hanno definito un percorso di amicizia e di solidarietà non comune.

In una calda giornata di agosto, gli ex studenti, all’insegna del motto: “Gli amici sono come le stelle, non sempre li vedi ma sai che ci sono” hanno voluto festeggiare l’importante anniversario. Di quei 33 ragazzi, diplomatisi mezzo secolo fa, hanno risposto all’appello in molti; alcuni sono stati impossibilitati a partecipare per vari motivi, mentre tre di loro hanno abbandonato definitivamente i “banchi della vita”.

I partecipanti all’evento si sono recati a pranzo presso un ristorante cittadino, dove sono proseguiti i racconti, gli aneddoti, le battute, gli amarcord gioiosi e commoventi di fatti ed eventi, compagni di questi “eterni giovani”, che, ovviamente, si sono ripromessi di mantenere la tradizione di rivedersi ogni anno allargandolo alla partecipazione dei figli e dei nipoti come proposto dal capo classe. Invito accolto con favore da tutti anche perché, attraverso l’esempio, si tramandano valori importanti come l’amicizia e la solidarietà fra compagni di scuola. Durante il pranzo l’insegnante di lettere, allora giovanissima, impossibilitata ad essere presente fisicamente è stata presente con una video-chiamata attraverso la quale ha colloquiato con tutti.

A fine pranzo un momento toccante con il commosso ricordo dei compagni deceduti di cui uno recentemente, nonché il ricordo degli insegnanti scomparsi. L’impegno per il futuro è sempre lo stesso “ci vediamo il prossimo anno … a Dio piacendo”.