fbpx

Reggio Calabria, Imbalzano: “Surreali e gravi gli annunci su Alitalia e Blu Panorama. Urge rivedere le politiche aeroportuali”

aeroporto dello stretto

Reggio, Candeloro Imbalzano: “Oliverio, in questo scorcio finale di fallimentare legislatura, ci dica quali iniziative intende mettere in campo per gli aeroporti in Calabria”

“Mentre si assiste al surreale balletto di annunci sugli improbabili nuovi voli di Alitalia da e per Reggio, mentre paradossalmente una parte importante della classe politica lametina – proprio loro! – chiede a gran voce di porre fine alla gestione unica degli aeroporti calabresi, mentre l’ex presidente del Consiglio Regionale Antonio Scalzo di recente ha interrogato Oliverio sull’allocazione delle risorse regionali a favore dei tre aeroporti, senza che quello di Reggio ne abbia tratto alcun giovamento, abbiamo la netta impressione, a giudicare dal silenzio assordante delle Istituzioni locali e del ceto politico, che non ci sia reso conto dei devastanti effetti della decisione di Blue Panorama di sospendere dalle prossime settimane il collegamento con lo scalo di Orio al Serio, oggi sostitutivo di Linate, e terzo aeroporto del Paese“.

È quanto afferma Candeloro Imbalzano, esponente di Forza Italia e già presidente della Commissione” “Bilancio. Attività Produttive e Fondi Comunitari” del Consiglio Regionale.
Sfugge volutamente a chi ha grandi responsabilità istituzionali che la capitale economica del Paese è da tempo Milano, che nella Metropoli lombarda vivono almeno 200 mila cittadini della provincia di Reggio, che tanti studenti, tanti reggini, tanti professionisti quotidianamente si spostano dal nostro aeroporto verso e da Milano, senza considerare il bacino residuo di Messina“, aggiunge Candeloro Imbalzano.
Ma veramente si pensa così di mantenere in vita lo scalo di Ravagnese, in attesa che possano prodursi gli effetti dell’ importante finanziamento di 25 milioni di euro dell’emendamento Cannizzaro, assistendo ammutoliti ed imperterriti all’anarchia imperante delle compagnie aeree e garantendo generosamente un collegamento autobus da Reggio a Lamezia per gli utenti del nostro territorio”– continua Imbalzano.

“Nel silenzio assordante anche dei consiglieri regionali reggini, alcuni a due passi da Lamezia, immersi in ben altri pensieri, chiediamo noi al presidente Oliverio in questo scorcio finale di una fallimentare legislatura, quali iniziative intende mettere in campo per indurre la compagnia low cost a recedere dalla sua scellerata decisione e di intervenire su Sacal perché modifichi la sua politica gestionale oggi troppo “Lameziocentrica“, conclude Candeloro Imbalzano.