fbpx

Orrore in Sicilia: uccide il padre a coltellate in una macelleria

Tragedia familiare in Sicilia, uccide il padre a coltellate in una macelleria: alla base del folle gesto, secondo una prima ricostruzione dei fatti, ci sarebbe una vendetta per i maltrattamenti che il figlio avrebbe subito da bambino

Tragedia familiare in Sicilia. Il trentenne Carlo Lo Monaco ha ucciso il padre Armando, di 53 anni,  a coltellate all’interno di una macelleria. Il drammatico episodio è avvenuto a Piazza Armerina, in provincia di Enna. Padre e figlio stavano comprando della carne e all’interno dell’esercizio commerciale c’erano anche altre persone. Sulla vicenda sono in corso gli accertamenti degli agenti della Squadrea Mobile di Enna: sembrerebbe il 30enne sia affetto da disturbi psichici e che abbia compiuto l’insano gesto per vendetta nei confronti del padre, per gli abusi che avrebbe subito da bambino. Inutili i tentativi di salvare il 53enne: quando i sanitari sono giunti sul posto non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso.