fbpx

Messina, lettura contatori Amam. Gioveni: “quale futuro per il servizio e per i 12 operatori?”

Messina, lettera del consigliere comunale Libero Gioveni al Presidente AMAM S.p.A. ed al Sindaco De Luca sul futuro dei lavoratori addetti alla lettura dei contatori Amam

Di seguito la lettera del consigliere comunale Libero Gioveni al Presidente AMAM S.p.A. ed al Sindaco di Messina De Luca:

“Il sottoscritto Libero Gioveni, nella qualità di consigliere comunale, in riferimento all’interrogativo in oggetto, intende significarVi quanto segue: da oggi risulta praticamente interrotto, per scadenza proroga, il prezioso servizio, per conto di AMAM, di lettura o anche di sostituzione dei contatori svolto dalla società che negli ultimi anni se ne era occupata attraverso l’impiego di n. 12 operatori. Si trattava di un servizio ritenuto certamente necessario per recuperare o regolarizzare delle entrate mancanti per AMAM e che nel territorio veniva svolto in maniera certosina, professionale e capillare dalle maestranze impiegate. Proprio in questi ultimi giorni abbiamo assistito anche a dei sit-in di protesta a Palazzo Zanca da parte di queste 12 unità che, essendo adesso in stato di disoccupazione, certamente e legittimamente manifestano preoccupazione per il loro futuro lavorativo. Ad onor del vero, da fonti sindacali sembra che il loro impiego a breve dovrebbe risultare scontato attraverso una clausola di salvaguardia posta in essere da AMAM nel nuovo bando per l’affidamento del servizio, seppur, a parere dello scrivente, così come auspicato nei mesi scorsi in Commissione consiliare alla presenza dei vertici di codesta società, sarebbe certamente opportuno e probabilmente più conveniente per AMAM procedere all’internalizzazione del servizio, tentando di acquisire, attraverso un bando ad evidenza pubblica, anche queste professionalità che ormai risultano “padroni” del servizio e di tutte le utenze censite e dislocate nell’intero vasto territorio comunale. Pertanto, in virtù di quanto sopra esposto, il sottoscritto consigliere comunale chiede al sig. Presidente di AMAM di voler chiarire come intenda procedere in merito:

1. alla continuità del servizio di lettura dei contatori, in atto interrotto;

2. alla garanzia dei livelli occupazionali dei 12 operatori letturisti;

3. alla possibilità di internalizzare il servizio di lettura dei contatori;

4. alla possibilità di procedere, in caso di futura internalizzazione, ad un bando ad evidenza pubblica, anche attraverso l’ausilio del Centro per l’Impiego, che possa tenere in debita considerazione anche le professionalità acquisite negli anni dagli ormai ex letturisti.