fbpx

“Prima i nostri”: lettera di minacce al sindaco di Lampedusa

Lettera di minacce al sindaco di Lampedusa: solidarietà di Ancisicilia

Nella mattina di ieri al Comune di Lampedusa è arrivata una lettera indirizzata al sindaco dell’Isola, Totò Martello, a firma di “Prima i nostri”. La missiva era intrisa di minacce e pressioni rivolte al primo cittadino, che ieri è salito a bordo della Open Arms. “Lei faccia il suo lavoro, Ong è una questione di ordine”– si legge nella lettera.

“Mi fa schifo solo a guardarla. Non l’ho manco letta tutta. E’ scritta a mano. Siamo diventati un Paese ridicolo. Uno non può esprimere la propria opinione che viene attaccato o minacciato. E’ incredibile“- ha dichiarato il sindaco di Lampedusa, che già in passato Martello aveva ricevuto diverse lettere di questo tipo. Secondo il primo cittadino la missiva è stata spedita dal nord Italia.

Solidarietà di Anci Sicilia

“Esprimiamo la nostra solidarietà al sindaco di Lampedusa, Totò Martello, per le pesanti parole con toni di minaccia contenute nella lettera ricevuta ieri . – dichiarano Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale di AnciSicilia .“Siamo sicuri – continuano Orlando e Alvano – che il sindaco Martello continuerà a svolgere il proprio mandato con la consueta determinazione e il senso delle istituzioni che lo hanno sempre contraddistinto e sapendo di avere il massimo sostegno dall’Associazione dei comuni siciliani”.