Calabria: arrestato un disoccupato per coltivazione di stupefacenti, detenzione e porto di arma clandestina [FOTO E DETTAGLI]

/

Calabria: l’uomo è stato sorpreso mentre era intento a curare la coltivazione di una piantagione di cannabis indica, costituita da circa 330 piante di varia altezza, distribuite su più siti terrazzati in una vasta area di proprietà privata, ampiamente frazionata ma dotata di un rudimentale sistema di irrigazione

Nella mattinata del 18 agosto a Curinga, Carabinieri della Compagnia di Girifalco hanno tratto in arresto in flagranza di reato un disoccupato curinghese, classe 1971’, per coltivazione di stupefacenti, detenzione e porto di arma clandestina. L’uomo è stato sorpreso in Contrada Samboni mentre era intento a curare la coltivazione di una piantagione di cannabis indica, costituita da circa 330 piante di varia altezza, distribuite su più siti terrazzati in una vasta area di proprietà privata, ampiamente frazionata ma dotata di un rudimentale sistema di irrigazione. Nel fermarlo i militari lo hanno trovato in possesso di una pistola revolver carica di 6 colpi e risultata clandestina. Sul posto erano individuati anche gli attrezzi agricoli utili alla coltura illecita, lo spazio adibito all’essiccazione della marijuana, i camminamenti e le corde utilizzate dall’arrestato per muoversi tra crinali collinari piuttosto ripidi, nel folto della vegetazione. Una contestuale perquisizione della sua abitazione ha permesso il rinvenimento di ulteriori 3 chilogrammi di marijuana, suddivisi in più sacchi di plastica. I reperti sono stati sequestrati e la piantagione distrutta mediante incenerimento.


Valuta questo articolo

Rating: 3.0/5. From 2 votes.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE