fbpx

Velisti di Reggio Calabria nelle squadre nazionali

Reggio Calabria: anche la stagione 2019 sta riservando a Valerio e Stefano Palamara già riconosciuti atleti di alto livello dalla Federazione Italiana Vela, degli ottimi risultati sportivi

Anche la stagione 2019 sta riservando a Valerio e Stefano Palamara già riconosciuti atleti di alto livello dalla Federazione Italiana Vela, degli ottimi risultati sportivi. Sin da piccoli si appassionano al fantastico sport della vela e crescono, svolgendo attività, durante tutto l’arco dell’anno, nelle acque della baia di Catona, periferia nord della città di Reggio Calabria. Regatano entrambi nella classe Laser che rappresenta la flotta più competitiva e numerosa al mondo, con l’Italia che esprime il numero più elevato di timonieri di alto livello. Valerio, già vicecampione italiano Laser 4.7, occupa il secondo posto nella ranking nazionale della classe Laser Radial, ed è in questi giorni impegnato ad Atene nel campionato Europeo Laser Radial dove ha appena concluso le fasi di qualificazione entrando in flotta gold (la flotta che racchiude i 60 migliori timonieri d’Europa su 264 partecipanti totali). Stefano (fratello minore) occupa l’ottavo posto nella ranking nazionale nella classe Laser 4.7. Tali risultati hanno permesso ad entrambi i fratelli Palamara, per il secondo anno consecutivo, di vestire i colori della nazionale italiana, rappresentando il paese a tutti i campionati internazionali. Non vi è memoria di risultati di questa portata per la vela reggina.

I fratelli Palamara, atleti del giovane club velico Compagnia dello Stretto di Reggio Calabria, rappresentano certamente un’eccellenza che ha permesso a questa società sportiva, in poco tempo, di essere riconosciuta quale punto di riferimento per molti altri giovani velisti. Infatti, si sono aggregati alla squadra agonistica Laser molti altri validi timonieri: Giulia Brancati (che al momento risulta unico atleta di Calabria e Basilicata partecipante ai prossimi campionati nazionali nella classe laser 4.7, a cui si aggiungono i fratelli Palamara  nella classe Radial), Giuseppe Comi, Francesco Franco, Filippo Infantino, Stefano Romeo oltre agli optimisti Miriam Romeo, Federico Panzera e Vittoria Furci. Altri atleti stanno seriamente valutando di entrare a far parte di Compagnia dello Stretto. La vela, sport molto complesso, impegnativo e perciò molto affascinante, così come concepito da Compagnia dello Stretto, offre un eccellente e reale contributo alla sana crescita dei giovani atleti. Un’attività perfettamente in linea con la citazione dal grande Leonardo da Vinci, per altro ben in mostra sulla nave scuola Amerigo Vespucci: “non chi comincia ma quel che persevera”.