fbpx

Unesco: Zaia, ‘un nuovo Rinascimento per le Colline del Prosecco’ (2)

(AdnKronos) – ‘Il professor Amerigo Restucci nel suo intervento ha richiamato più volte al ruolo della formazione culturale rivolta a tutti i cittadini, in particolare ai cittadini del domani, affinché, attraverso la conoscenza, maturino la convinzione di vivere in un territorio ricco di cultura, arte, economia e bellezza ambientale formate dalla sapienza dell’uomo, così come riportato nella motivazione della votazione della Spagna – ha continuato l’assessore Donazzan – Molti sono stati gli investimenti della Regione, in tal senso: penso alla scuola di dedicata all’accoglienza e alla ristorazione di Valdobbiadene, fortemente voluta oramai dieci anni fa e che ha già diplomato diverse figure professionali di grande competenza; penso ai percorsi di istruzione tecnica e professionale rivolti alla lavorazione specialistica della viticoltura; penso infine all’avvio della ITS-Academy Agroalimentare di Conegliano, che poggia sull’alta formazione dell’Istituto Cerletti. Sono certa che l’aver avuto investimenti molto collegati al territorio nell’ambito dell’educazione abbia irrobustito ulteriormente questa candidatura”.
‘Nel piano di gestione che nei prossimi 120 giorni dovrà essere presentato ‘ ha concluso Donazzan – proporrò l’inserimento di percorsi didattici con laboratori di studio sul territorio a partire dalla scuola primaria. Sottoporrò inoltre programmi di studio declinati all’approfondimento della storia e dell’arte, per valorizzare al meglio le peculiarità culturali che rendono unico questo territorio. Perché non considerare i grandi pittori veneti del ‘500, presenti in tutti i maggiori musei del mondo, i nostri più autorevoli testimonial e promotori turistici? Furono infatti paesaggisti come Cima da Conegliano o Bellini, i primi ad usare come sfondo delle loro opere queste magnifiche colline, oggi meritatamente riconosciute Patrimonio dell’Umanità Unesco”.