fbpx

Tragedia in Sicilia: marittimo muore a bordo della nave traghetto Antonello da Messina

Marittimo muore a bordo del traghetto in Sicilia: allarme lanciato poco prima dell’attracco sull’isola

Lavorava a bordo della nave Antonello da Messina in servizio tra Palermo e Ustica, Vincenzo Amato di 54 anni, il marittimo morto questa mattina a causa di un malore. L’allarme e’ stato lanciato poco prima dell’attracco sull’isola. Nonostante i tentativi per soccorrerlo – tra massaggio cardiaco, iniezioni di atropina e adrenalina – per lui non c’e’ stato nulla da fare. Secondo una prima ricostruzione Amato si e’ chiuso nella sua cabina dove avrebbe accusato un malore. Poco prima dell’ormeggio del traghetto il personale di bordo ha contattato il 118. La prima a intervenire e’ stata una dottoressa della guardia medica, accompagnata direttamente da un sottufficiale della guardia costiera. Al loro arrivo in ambulanza i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. A bordo della Antonello da Messina, rimasta bloccata al porto di Ustica, e’ intervenuto anche il pm di turno.