fbpx

Pedinata e violentata da due ragazzi, la notte da incubo di una studentessa in Sicilia: stupratori arrestati, avevano filmato l’aggressione col telefonino

Violenza di gruppo su una studentessa in Sicilia, arrestati due ragazzi del Bangladesh

Violenza sessuale di gruppo. È questa l’accusa nei confronti di due ragazzi del Bangladesh, di 21 e 19 anni, accusati di aver violentato una studentessa in Sicilia. Il provvedimento nei confronti dei due ragazzi fermati a Palermo, è stato emesso dal procuratore aggiunto Annamaria Picozzi e dal pm Luisa Bettiol. Il brutale episodio ai danni dalla ragazza risale all’alba del 4 luglio scorso. La ragazza, che aveva trascorso una serata in compagnia di amici in centro città, intorno alle 4:30 è stata avvicinata dai due. I due malviventi hanno iniziato a pedinarla durante il tragitto di casa, disponendosi ai lati opposti della strada, e approfittando della scarsa illuminazione, hanno sorpreso la giovane alle spalle, aggredendola e bloccandola. Dopo aver abusato del suo corpo si sono dati alla fuga. La caccia ai due stupratori ha preso il via a seguito della denuncia della vittima. Le indagini sono state articolate e complesse. Fondamentali le immagini acquisite dai sistemi di videosorveglianza della zona e i risconti raccolti dagli agenti sulla scena del crimine. I poliziotti hanno provveduto al  sequestro degli indumenti della vittima e il medico legale ha effettuato dei tamponi per effettuare l’esame del DNA. Nelle prime ore di ieri, gli agenti, risaliti all’identità dei due hanno proceduto a condurli presso gli Uffici della Squadra Mobile. Durante le successive perquisizioni domiciliari a loro carico, gli agenti hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro gli indumenti utilizzati quella  notte nonché i loro cellulari, da cui sono stati estrapolati alcuni video della violenza messa in atto.