fbpx

Stromboli, il vulcano esplode: panico, turisti si lanciano in acqua. Arrivano i Canadair [FOTO LIVE]

/

Esplosioni dal cratere del vulcano Stromboli, turisti in mare

Una serie di violente esplosioni sono state registrate dal cratere del vulcano Stromboli dall’Ingv di Catania. Due trabocchi di lava scendono dalla Sciara del fuoco. La caduta di lapilli sta provocando degli incendi nella zona dei canneti. Dei turisti per paura si sono lanciati in mare.

Esplosioni Stromboli, testimoni: “colonna di fumo nero sopra il vulcano”

Vediamo una colonna di fumo nero dal vulcano, abbiamo sentito un boato molto forte, meta’ dell’isola di Stromboli non si vede“. Cosi’ un testimone oculare racconta cio’ che si vede da Lipari dopo l’esplosione dal cratere dello Stromboli.

Esplosioni Stromboli, testimoni: “pioggia di lapilli incendiari su Ginostra”

C’e’ stata una potente esplosione. Abbiamo sentito un boato, poi si e’ alzata una colonna di fumo e lapilli incendiari su Ginostra e fiamme sui costoni del vulcano“. Sono momenti di paura vissuti da alcuni testimoni a Stromboli, che raccontano di una vera e propria “pioggia di lapilli”.

Esplosioni Stromboli: a Ginostra barricati in casa per i lapilli

C’e’ stata una violentissima esplosione seguita da una pioggia di lapilli incandescenti e materiale lavico. Tutte le persone che si trovavano al villaggio, circa un centinaio tra turisti e residenti, si sono barricate in casa e si sono lanciate in mare. La situazione e’ critica anche se al momento non ci risultano feriti“. Lo dice all’ANSA Gianluca Giuffre’, giornalista e proprietario di un bazar a Ginostra, la frazione a di Stromboli investita dall’esplosione.  “Adesso siamo usciti dalle case – aggiunge Giuffe’ – anche se fuori c’e’ una densa nube di fumo e continua a cadere una pioggia di cenere. L’energia elettrica e’ stata interrotta, forse a causa di un guasto alla centrale. Alcuni turisti si sono precipitati sul molo, dove sta per attraccare l’aliscafo, con l’intenzione di abbandonare l’isola“. Durante il periodo invernale i residenti a Ginostra sono circa una trentina, compreso Gianluca Giuffre’. Un numero che cresce nel periodo estivo grazie ai numerosi turisti che affollano la frazione di Stromboli, raggiungibile solo via mare. La settimana scorsa a Ginostra si era tenuto uno spettacolo sugli scogli davanti al minuscolo approdo, nell’ambito del Festival del Teatro Eco Logico, dedicato alle donne pescatrici delle isole Eolie, alla presenza di un centinaio di spettatori.

Esplosioni Stromboli, la Protezione Civile: “non ci sono persone coinvolte” 

Non ci sono persone coinvolte nelle violente esplosioni sullo Stromboli. Lo si apprende dalla protezione civile. I vigili del fuoco hanno mandato sull’isola squadre da Lipari per spegnere i vari incendi di sterpaglie che si sono sviluppati e che, si e’ appreso, non hanno coinvolto abitazioni. Secondo quanto si e’ appreso la guardia costiera e’ pronta ad evacuare chi volesse lasciare l’isola anche se, e’ stato sottolineato, non c’e’ nessun motivo per evacuare l’isola.

Stromboli, l’INGV: “forte esplosione, è stata a 800 mt sul livello del mare”

Forte esplosione del vulcano Stromboli in Sicilia. L’Osservatorio Etneo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha confermato che le reti di monitoraggio dell’Ingv hanno registrato alle ore 17,16 ora italiana (le 15,16 Utc), una esplosione di forte intensità dalla terrazza craterica dello Stromboli. “A partire dalle ore 14,46 e 10 secondi Utc si è verificato un parossisma che ha interessato l’area centro- meridionale della terrazza craterica dove si aprono le bocche dello Stromboli , a circa 800 metri di quota sul mare” ha spiegato all’Adnkronos il vulcanologo dell’Ingv-Osservatorio Etneo, Marco Neri.

Stromboli, l’INGV: “registrati due eventi esplosivi principali”

Nel corso della forte esplosione sullo Stromboli, dall’Osservatorio Etneo dell’Ingv sono stati distinti due eventi esplosivi principali rispettivamente alle 14:46:10 e alle 14:46:40 Utc. Lo rende noto l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia riferendo che “la sequenza è stata preceduta alle 14:44: Utc da trabocchi lavici da tutte le bocche attive della terrazza craterica”. “Ciò significa che si tratta di esplosioni più energetiche delle altre registrate di minore intensità” spiega all’Adnkronos il vulcanologo dell’Ingv-Osservatorio Etneo, Marco Neri.

Esplosioni Stromboli, l’INGV: “colonna eruttiva alta almeno 2 km”

Abbiamo osservato in campo una colonna eruttiva che si è innalzata per almeno 2 chilometri di altezza al di sopra della area sommitale del vulcano Stromboli disperdendosi poi in direzione sud-ovest“. A spiegarlo alll’Adnkronos è il vulcanologo dell’Ingv-Osservatorio Etneo, Marco Neri.

 Stromboli, l’INGV: “esplosione violenta, ce ne sono 5 o 6 in un secolo”

L’eruzione a Stromboli, che ha portato a un’ampia e potente esplosione, e’ catalogabile tra quelle piu’ gravi, tecnicamente un’eruzione “parossistica”, come se ne verificano al massimo 5 o 6 in un secolo. Lo spiega all’Agi Gianfilippo Deastis, vulcanologo dell’Ingv, che si trova sul posto. “L’esplosione di oggi – sottolinea – e’ diversa dall’ultima, quella del 25 giugno, definita ‘esplosione maggiore’, con una colonna di fumo alta e la ricaduta di materiale oltre l’area craterica. L’evento odierno e’ molto piu’ violento, con una colonna eruttiva di almeno 2,5-3 chilometri di altezza, e numerosi lapilli e brandelli di lava sparati fuori e ricaduti ben oltre l’area del cratere, tanto che qui ci sono diversi incendi, soprattutto a Ginostra, dove le fiamme lambiscono il paese, in un fronte molto ampio”. L’ultima esplosione di questo tipo “si e’ verificata nel 2003“.

Esplosioni Stromboli: vigili del fuoco e canadair in azione

I vigili del fuoco insieme ad un canadair della Forestale stanno operando sull’isola di Stromboli per spegnere gli incendi che si sono sviluppati nella zona canneti dopo che una serie di violente esplosioni provenienti dal vulcano e dopo che due trabocchi di lava sono scesi dalla Sciara del fuoco, causando dei roghi. Sul posto anche la Guardia Costiera di Lipari che sta supportando le altre forze dell’ordine. La protezione civile, che sta coordinando le operazioni, sta valutando se inviare sul posto uno squadra.

Esplosioni Stromboli, il parroco: “paura a Ginostra, c’è chi vuole partire”

Sono volati lapilli” che “hanno provocato incendi” e “c’e’ tanta paura nella frazione di Ginostra, quella maggiormente danneggiata dall’esplosione del vulcano“. Cosi’ padre Giovanni, parroco di Stromboli, che da un’altra isola dell’arcipelago delle Eolie ha raccolto le testimonianze dei suoi fedeli presenti sull’isola. Anche lui non ha notizie di feriti, ma, aggiunge, chi “ha piu’ paura sta cercando di andare via da Ginostra, ma puo’ farlo soltanto via mare“.

Esplosioni Stromboli: 30 turisti lasciano Ginostra con l’aliscafo

Trenta persone che si trovavano a Ginostra, sono state imbarcate, dopo l’esplosione del vulcano di Stromboli, con l’aliscafo della liberty Lines. Un altro mezzo navale sta per recuperare altri turisti che sono in questa frazione del comune di Lipari. Ma la decisione di partire o rimanere li’ e’ a loro discrezione. Non e’ stato al momento avviato alcun piano di evacuazione. “Nessun allarmismo – dice il sindaco di Lipari Marco Giorgianni – solo fumo per il grosso incendio, la situazione e’ sotto controllo, stanno arrivando i canadair per spegnere il fuoco alimentato dal vento“.