fbpx

Ciccio Franco è stato il simbolo della “Rivolta” di Reggio Calabria [BIOGRAFIA]

Ecco chi è stato Ciccio Franco, amato capopopolo durante la Rivolta di Reggio Calabria: ecco la sua biografia

Tra le figure principali dei “Moti” di Reggio Calabria scoppiati il 14 luglio del 1970, c’è sicuramente la figura di Ciccio Franco. Il sindacalista e politico reggino è il leader del Comitato d’azione per Reggio Capoluogo, movimento popolare nato nel 1969.

Ciccio Franco è stato il simbolo della “Rivolta” di Reggio Calabria, l’arresto del 1970

Il 17 settembre 1970, Ciccio Franco, fu arrestato insieme ad altri capi della rivolta con l’accusa di istigazione a delinquere e apologia di reato per poi essere rimesso in libertà il 23 dicembre 1970. Ma alla notizia dell’arresto la reazione fu devastante: due armerie furono prese d’assalto e cinquecento persone assaltarono la Questura. Nuovamente ricercato dalla polizia, nel febbraio 1971 fu per breve tempo latitante.

Ciccio Franco è stato il simbolo della “Rivolta” di Reggio Calabria, senatore per varie legislature con il MSI

Ciccio Franco si candidò a senatore per il MSI alle elezioni politiche del 1972, risultando eletto per il collegio di Catanzaro. Negli anni a seguire fu sempre rieletto al Senato nelle quattro legislature successive e morì di ictus nel 1991 all’età di 61 anni.

Ciccio Franco è stato il simbolo della “Rivolta” di Reggio Calabria. In suo memoria intitolata l’ex Arena dello Stretto

Il 14 luglio 2006, nel giorno del 37° anniversario dei “Moti” di Reggio Calabria, l’amministrazione comunale, guidata da Giuseppe Scopelliti, esponente di Alleanza nazionale, ha voluto intitolare a Ciccio Franco l’ex Arena dello Stretto.