Reggio Calabria, un padre disperato si affida a StrettoWeb: “dal Comune ignorano il mio bambino e i suoi diritti, fate qualcosa” [FOTO]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Reggio Calabria, l’incredibile storia di Giuseppe Ficara: un reggino umile che chiede aiuto ma si trova le porte sbattute in faccia dalle istituzioni e dai rappresentanti dello Stato

E’ un padre disperato Giuseppe Ficara, cittadino di Reggio Calabria che ha chiesto a StrettoWeb un piccolo spazio di visibilità per illustrare la sua grave problematica. Giuseppe vive in condizioni di disagio e difficoltà, guadagna appena 320 euro al mese con un lavoro modesto ma onesto, ha un bambino gravemente malato e sta per essere sfrattato dal piccolo appartamento pieno di muffa (vedi foto nella gallery scorrevole a corredo dell’articolo), di appena 45 metri quadri, in cui sopravvive con la moglie e il bambino, costretto a viaggi della speranza per visite fuori dalla Regione Calabria. Il signor Ficara già 12 anni fa ha fatto domanda per un alloggio popolare, chiedendo aiuto al Comune. Ad Aprile ha incontrato il sindaco Falcomatà e altri esponenti del suo staff, ma adesso dopo tre mesi di silenzi si sente preso in giro e chiede aiuto alla città con quest’intervista ai microfoni di StrettoWeb. Una situazione emblematica che pone doverose riflessioni più ampie, oltre il caso isolato, rispetto all’attività dello Stato e delle istituzioni locali nei confronti della loro gente. E’ questo il welfare che vogliamo? A maggior ragione in un territorio amministrato da molti anni, a tutti i livelli, dalla sinistra che in teoria dovrebbe essere quella parte politica più attenta alle esigenze sociali dei più poveri e bisognosi? Che fine ha fatto lo stato sociale? E l’esigenza dello Stato di essere presente e vicino alla popolazione per contrastare la diffusione della criminalità organizzata? O, ancora, l’umanità tanto predicata nei confronti degli immigrati? Sembra tutto un grande, enorme, gigantesco paradosso…

Reggio Calabria, la denuncia-appello di Giuseppe Ficara ai microfoni di StrettoWeb [VIDEO]


Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 13 votes.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE