fbpx

Reggio Calabria: si chiude con la sagra dei maccheroni la tappa a Roccaforte del Greco per il Club Alpino

Si chiude con la sagra dei maccheroni la tappa a Roccaforte del Greco per il Club Alpino di Reggio Calabria

Si è svolta qualche giorno addietro a Roccaforte del Greco un escursione promossa ed organizzata dai soci del C.A.I. Sezione Aspromonte di Reggio Calabria, Concetta Romeo (Consigliere G.R.Cai Calabria) Rocco Romero (O.R.T.A.M.). “L’appuntamento lungo uno dei tanti sentieri del comune aspromontano – spiega la guida Concetta Romeo – ha fatto registrare oltre al consueto cammino, un’iniziativa correlata, la “Sagra dei Maccheroni”, un appuntamento gastronomico pensato per coniugare la riscoperta delle bellezze naturalistiche di uno dei più suggestivi angoli di montagna calabrese, alla valorizzazione delle tipicità gastronomiche calabro-greche. L’evento nasce circa sei anni addietro con l’intento di valorizzare le antiche tradizioni riprendendo tecniche antiche utilizzo di prodotti locali come, la farina molita sul posto, il ragù con la salsiccia e carne di maiale locale, conditi con olio extra vergine di oliva e ricotta salata, gli antichi sapori di una volta accompagnati a sua volta da un buon bicchiere di vino sempre di cantine locali ogni anno diverse in base al territorio che si attraversa laddove presenti. Alla base di tutto questo percorso – prosegue la Romeo – la voglia di condivisione e interazione tra soci Cai e comunità locali al fine di far emergere mergere anche l’importante aspetto conviviale, tipico della cultura magnogreca. Tanti i territori attraversati in questi anni all’interno del Parco Nazionale dell’Aspromonte, da San Salvatore a Peracampi nel comune di Bova, da Licordari a Zumbello, da Croce Romeo a Pietre Bianche, ai Piani di Cuvalo nel comune di Roccaforte, da Pietrapennata, attraversando i comuni di Staiti , Palizzi a Cardeto. Percorsi tanti luoghi d’interesse, non solo paesaggistico fra sentieri di boschi di faggi, abeti, pini, lecci ma anche tappe culturali come quelle ai ruderi dell’antica abbazia della Madonna dell’Alica XIIIsec. che ha custodito fino al 1887 la splendida scultura marmorea di scuola Gagini, la Madonna con il Bambino, che ad oggi si trova nella chiesa di Spirito Santo di Pietrapennata. Queste alcune delle tappe in questi sei anni. Cerchiamo dunque di portare avanti la tradizione sia dando continuità a quest’ultimo evento giunto alla VI edizione sia attraverso l’altro appuntamento di carattere storico ideato da Rocco Romeo che quest’anno sarà il quindicesimo del cammino di Polsi, in corrispondenza della festa che ogni anno si svolge nei giorni 1 e 2 settembre. Una due giorni all’insegna del culto mariano e come al solito della riscoperta di luoghi incontaminati e suggestivi”