fbpx

Reggio Calabria, scoperte 390 piante di cannabis indica alimentate con creativo sistema di irrigazione: piantagione distrutta sul posto [DETTAGLI]

I Carabinieri hanno rinvenuto in un’area aspromontana impervia, ricadente nel comune di Roghudi Vecchio, una piantagione di “cannabis indica” di circa 390 piante

Nell’ambito di un servizio di rastrellamento in area aspromontana finalizzato al contrasto delle coltivazioni di sostanza stupefacente, i carabinieri della compagnia di Melito Porto Salvo assieme ai colleghi Cacciatori di Vibo, hanno rinvenuto in un’area aspromontana impervia, ricadente nel comune di Roghudi Vecchio, una piantagione di “cannabis indica” di circa 390 piante, in pieno stato vegetativo e con altezza media di 160 cm. La piantagione, che si trovava in località Punta Rossa, era alimentata da un sistema d’irrigazione capace di attingere l’acqua da una piccola piscina colma d’acqua e, ad intervalli di tempo preimpostati, di alimentare le piante “goccia a goccia”. Le piante, previa campionatura, sono state distrutte sul posto. Il servizio rientra tra quelli predisposti dal comando provinciale Carabinieri di Reggio Calabria, che hanno consentito, nel periodo estivo, con costante frequenza, il rinvenimento di piantagioni di canapa indiana nelle aree aspromontane.