fbpx

Reggio Calabria, riunione della RSU della Città Metropolitana: Antonio Romeo confermato coordinatore

Reggio Calabria, riunione della RSU della Città Metropolitana: Antonio Romeo confermato coordinatore con 8 voti a favore e solo tre contrari

Il 17 luglio scorso si è riunita la RSU della Città Metropolitana di Reggio Calabria, ad apertura della discussione dei punti all’ordine del giorno, il Coordinatore Antonio Romeo ha rassegnato le proprie dimissioni trovandosi in netto contrasto con le ultime dichiarazioni in delegazione trattante fatte dai rappresentanti della CGIL, ritenendole in non in linea con le decisione assunte a maggioranza dalla RSU nelle precedenti riunioni.Le dimissioni sono state respinte, ad ampia maggioranza, nel corso della riunione hanno votato per la riconferma del Coordinatore i componenti della CISL n.4 UIL n. 1 , CSA n. 1 USB n.1 ; contrarii solo i tre componenti della CGIL. Quindi il Coordinatore Antonio Romeo viene confermato alla guida della RSU Metropolitana con 8 voti a favore e solo tre contrari, dei componenti presenti. Per le OO.SS. Territoriali erano presenti Adolfo Romeo delegato funzioni locali per la CISL FP, per la CGIL Barreca Luisa. Si e’ passato dopo alla discussione dei punti all’ordine del giorno riguardanti gli istituti contrattuali e la PEO non ancora applicati ai dipendenti dell’amministrazione Metropolitana. La discussione ha registrato diversi interventi concordanti sulla linee indicata dal Coordinatore, il quale, aveva già preventivamente contattato l’Amministrazione nella Persona del Vice Sindaco Riccardo Mauro, il quale alla conclusione della riunione della RSU ha ricevuto una delegazione della stessa presso la sede centrale di Piazza Italia. Nel corso dell’incontro con la rappresentanza dei dipendenti, Il vice Sindaco Dott Riccardo Mauro ha assunto i seguenti impegni : che sara’ pubblicato sull’intranet della citta Metropolitana un avviso per tutti i dipendenti che entro il 5 di agosto con un exstra 27, o ove possibile anche prima, sarà pagato il salario accessorio. Riguardo la PEO, ha ribadito ancora una volta che la volontà politica è, che sono da rispettare gli impegni assunti con contratto collettivo decentrato, ove e’ previsto la progressione in due anni 2018/19 di tutti i dipendenti, lo stesso ha incaricato la segretaria di inviare una PEC al direttore generale, nella quale verrà richiesta la convocazione della delegazione trattante per l’ avvio della trattativa del C.C.I. dell’anno 2019.