fbpx

Reggio Calabria, l’avvocato esperto di Legge Severino: “sospensione inevitabile per Falcomatà e la sua Giunta dopo la sentenza del processo Miramare”

Reggio Calabria, l’avvocato Meduri ai microfoni di StrettoWeb: “Falcomatà e la sua Giunta rischiano di essere sospesi dopo un’eventuale condanna nel processo Miramare”

“Già al tempo della decadenza da senatore di Silvio Berlusconi, ebbi modo di interessarmi profondamente alla normativa introdotta con la Legge Severino. Consiglio la lettura di un bellissimo articolo, sul Corriere della Sera, a firma dei professori Gallo e Insolera, con cui criticavano aspramente la normativa introdotta con la legge di cui discutiamo. In assenza di uno studio serio della norma la cronaca giudiziaria locale si addossa la responsabilità di fuorviare il lettore dalle conseguenze che l’applicazione della norma medesima provocherebbe in seno al Governo cittadino di Reggio Calabria.Ciò, perchè l’elevata casistica cui la sussunzione della norma può condurre non fa altro che aumentare la confusione nella percezione della notizia da parte del cittadino medio”. Lo afferma, ai microfoni di StrettoWeb, l’avvocato Francesco Meduri del foro di Reggio Calabria.

Per amore di verità – prosegue Meduriè necessario armarsi di onestà intellettuale e prescindere tanto da Berlusconi e Giuseppe Scopelliti, quanto da De Magistris e De Luca, perché il diritto non è ne di destra né di sinistra. Vale e, soprattutto, deve valere sia per gli amici che per gli avversari. Stando così le cose, da una seria e attenta lettura della Severino, in special modo il combinato disposto degli articoli 10 e 11 che disciplinano l’incandidabilità e la sospensione degli amministratori locali, non può non emergere come la Giunta comunale di Reggio Calabria, nella denegata ipotesi di condanna a qualsiasi pena, nell’ambito del caso “Miramare”, sarà oggetto del provvedimento di sospensione. Io credo che siano tutti innocenti fino a Sentenza irrevocabile di condanna. Questo nessuno può e deve permettersi di contestarlo. Purtroppo, a causa di questa normativa, quello che qui assume rilevanza attiene alle tempistiche. Per esperienza posso affermare che anche nell’ipotesi in cui le elezioni comunali si dovessero svolgere a maggio 2020, il Tribunale di Reggio Calabria non riuscirà ad arrivare all’emissione di una Sentenza nell’ambito del procedimento penale di cui discutiamo. La sentenza non sarà partorita prima di fine 2020, metà 2021. Il Sindaco, nell’ipotesi in cui dovesse decidere di ricandidarsi, deve essere consapevole, ed è giusto che la cittadinanza lo sappia, che in caso di vittoria rischierebbe seriamente di essere sospeso“, conclude.

L’intervista:

Reggio Calabria, l’avvocato: “sospensione inevitabile per Falcomatà e la sua Giunta dopo la sentenza del processo Miramare” [VIDEO]