fbpx

Reggio Calabria: i successi dell’istituto “Pizi” di Palmi

/

Ultimate le attività didattiche e pubblicati i risultati, si volge lo sguardo indietro, si tirano le somme di un anno impegnativo sotto il profilo delle iniziative poste in essere dentro e fuori dall’aula e si guarda già avanti per programmare il prosieguo dell’offerta formativa

E’ tempo di riflessioni all’Istituto d’Istruzione Superiore “N.Pizi” di Palmi. Ultimate le attività didattiche e pubblicati i risultati, si volge lo sguardo indietro, si tirano le somme di un anno impegnativo sotto il profilo delle iniziative poste in essere dentro e fuori dall’aula e si guarda già avanti per programmare il prosieguo dell’offerta formativa. Su 222 maturandi per i tre indirizzi presenti (Classico, Scientifico e Artistico), 4 sono stati meritevoli di Lode e 27 sono stati Diplomati con 100, avendo dimostrato di possedere eccellenti competenze nei vari ambiti disciplinari e di sapersi confrontare con la nuova direttiva dell’esame di Stato che li ha visti impegnati in una diversa situazione sia nella produzione scritta che nel colloquio. “Sono contenta dei risultati dei miei studenti appena maturati: proprio loro hanno dato prova che anche il “nuovo” si può affrontare con determinazione e con una buona preparazione disciplinare. Non si prospettava facile questa nuova versione dell’esame di Stato, ma le incertezze, naturali in questa fascia d’età, sono state superate anche grazie alle simulazioni svolte in corso d’anno. Più in generale, gli studenti che hanno preferito i nostri indirizzi si sono impegnati al massimo per raggiungere un profitto finale positivo nelle diverse discipline d’indirizzo e, in percentuale, buoni sono stati i risultati finali. Certamente non sono mancati alcuni esiti negativi che, com’è fisiologico per ogni ordine e grado di scuola, bisogna mettere in conto in un percorso di studi che diventa faticoso se l’impegno domestico non accompagna sempre quello sprone iniziale che ne ha guidato la scelta d’indirizzo. Ma i giovani hanno mille risorse e riusciranno comunque, nonostante qualche piccolo inciampo di percorso, a trovare la strada giusta che li porti a rafforzare quella fiducia in se stessi che è la motrice prima e ultima di ogni essere umano”. Questo, brevemente, il resoconto della Dirigente Scolastica, Prof.ssa Maria Domenica Mallamaci, a ratifica dell’anno scolastico da poco concluso.

Un anno scolastico trascorso tra tante iniziative, molte di successo, con partecipazioni a Certamina, a Concorsi, a competizioni, a Tornei dove spesso il concorrere ha avuto riscontro con il premio finale; così è stato per il Primo Premio conseguito da Chiara Orsida di VA Liceo Classico per la traduzione di un brano di Vitruvio nel Certamen “Magna Graecia”, disputato presso il Liceo “Galluppi di Catanzaro.
E ancora per l’Orchestra “Ensemble dei Liceali”, magistralmente diretta dal M° Maurizio Managò, che ha conseguito due Primi Premi, rispettivamente nella 2^ Edizione del Concorso Musicale Nazionale “Giuseppe Grassi” indetto dall’Istituto Zerbi-Milone di Palmi e nel Concorso Internazionale di Musica promosso dal LAMS di Matera. Il Primo Premio è stato attribuito anche agli studenti di VA del Liceo Classico e di VA del Liceo Scientifico per la produzione di un video per “La Festa dell’Europa”, indetta dal Comune di Palmi, le cui immagini e i profondi messaggi positivi espressi hanno consentito loro di meritare la prima posizione tra i partecipanti. Importante per il prestigio che ormai ha raggiunto in molti anni dalla sua istituzione il Premio “Logoteta”, quest’anno alla sua XIII Edizione, che ha visto al Primo posto, per la Sezione Letteraria, l’alunna Martina Logiacco frequentante la VC del Liceo Scientifico Ordinamento. Vinta è stata anche la sfida con altri partecipanti al Concorso “I 150 anni della Tavola Periodica” – Premio Mendeleev – a Cosenza, brillantemente superato dagli studenti del Liceo Artistico con la creazione di manufatti originali con l’argilla, con la stoffa e con i metalli, opere davvero uniche che hanno fatto meritare loro il Primo posto. Ancora altri Premi sono stati conseguiti nel Concorso #seiofossi, indetto dalla Scuola di Psicologia “G.Sergi” di Palmi e quello particolarmente speciale per la profondità del messaggio di Cittadinanza Attiva attribuito a Federica Punturiero della VC del Liceo Scientifico, “Donna e legalità 2019” indetto dall’ l’Associazione A.N.I.MED, consegnato presso la Scuola Allievi Agenti Polizia di Stato di Vibo Valentia.

Ma l’Istituto vanta anche l’indirizzo del Liceo Sportivo e qui grandi sono stati i successi conseguiti dagli studenti che sono saliti sul podio sia nella Finale Regionale di Duathlon nella specialità “staffetta” e nella corsa a Gubbio, sia a Porto Sant’Elpidio nella Finale Nazionale. Si è classificata, inoltre, Prima la squadra femminile che ha partecipato alla Finale Regionale di Corsa Campestre dei Campionati Studenteschi a Pizzo Calabro; anche la squadra maschile di Pallavolo non è stata da meno, risultando seconda alla Finale Provinciale dei Campionati studenteschi. Importante, per il ruolo che riveste, la Finale Provinciale di Badminton dei Campionati Studenteschi, che si è disputata presso la palestra del Liceo Scientifico A. Volta di Reggio Calabria dove gli studenti del “Pizi” hanno conquistato il podio più alto, superando i loro coetanei per bravura ed impegno nella preparazione della gara. Non manca il Torneo di Pallavolo in cui gli atleti del Liceo Sportivo si sono confrontati con i pari d’età dell’Istituto “Nostro” di Villa e del Liceo “Volta” di Reggio Calabria, vincendo in entrambi gli incontri.
Certamente, oggi la scuola non è più solo attività didattica ordinaria, ma inclina verso mille direzioni, quali sono le varie progettualità che docenti ed Enti esterni promuovono per la crescita globale di ciascun allievo. Gli studenti che frequentano l’Istituto Superiore “Pizi” di Palmi, indirizzati e sollecitati dalla D.S., Prof.ssa Maria Domenica Mallamaci, e dai docenti che si attivano in molti percorsi per rendere moderna l’idea di “schola”, a fine anno scolastico, misurano la raggiunta maturità culturale con competenze ad ampio raggio e la crescita umana che ad inizio del percorso sembravano lontane da raggiungere. Sono proprio gli alunni, con l’entusiasmo proprio della loro fascia di età, con le loro specifiche attitudini e con un corpo docenti sempre aggiornato, a rendere pienamente operativi e sempre al passo con i tempi i vari indirizzi di studio che l’Istituto offre nel suo insieme.

Marilea Ortuso